Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

Critiche di Razza dopo visita all'hub vaccinale di Gela
Assessora Gnoffo: «Un grave incidente istituzionale»

L'esponente del governo Musumeci ha fatto un blitz a sorpresa - ma non troppo - al Palacossiga, coinvolgendo gli esponenti locali di Diventerà Bellissima, ma non l'amministrazione comunale

Gabriele Ruggieri

«Siamo in un hub vaccinale che potrebbe fare molto di più, segno che non si è compresa la gravità del momento». Parole forti quelle dedicate dall'assessore alla Salute Ruggero Razza dopo la visita a sorpresa all'hub di Gela, uno dei Comuni siciliani a forte rischio zona arancione. Parole che non hanno lasciato indifferente l'amministrazione comunale del grosso centro nel Nisseno, che ha prontamente voluto replicare all'esponente del governo Musumeci.

«Sono profondamente amareggiata dalla totale assenza di garbo istituzionale da parte dell’assessore regionale alla Salute Ruggero Razza che, nel giorno del suo blitz a sorpresa nell’hub del Palacossiga, ha ritenuto opportuno non condividere con l’amministrazione comunale quanto appreso nel corso della visita - dice in una nota l'assessora gelese Nadia Gnoffo - È un vero peccato non aver potuto cogliere l’occasione di questa visita per parlare faccia a faccia con l’assessore delle tante criticità che sta vivendo la sanità gelese, proprio nei giorni in cui la città rischia nuove restrizioni a causa delle basse percentuali di vaccinati». 

Razza ha comunque preannunciato un incontro con l'amministrazione, fissato per sabato. «Quando faccio visite senza preannunciarle mi rendo conto meglio della realtà - spiega lo stesso Razza - Dobbiamo fare di più. E tornerò di nuovo a Gela sabato per incontrare le istituzioni locali e i medici di medicina generale». «Il confronto con l’amministrazione sarebbe stato utile all’assessore per puntare l’attenzione sulle innumerevoli emergenze a oggi irrisolte - replica Gnoffo - Da un presidio ospedaliero abbandonato a sé stesso ad un direttore generale poco presente quando si tratta di risolvere i problemi, ma sempre in prima linea nelle occasioni istituzionali. Oggi non è tempo per le visite improvvisate, soprattutto quelle che sembrano avere il retrogusto amaro della passerella politica, considerata anche la presenza del coordinatore provinciale di Diventerà Bellissima, Paolo Mattina, e dell’ex deputato Pino Federico». 

«Mi auguro sia stato un caso - aggiunge ancora l'assessora - anche se resta l’amaro in bocca per la reazione spropositata dell’assessore Razza alla mia richiesta di chiarimenti. A lui ho solo chiesto maggiore rispetto per la comunità gelese, ma ho trovato la sua risposta piccata assolutamente fuori luogo, considerato anche il fatto che chi gli chiedeva maggiore rispetto era proprio l’assessora che nella giunta comunale rappresenta Forza Italia, partito che sostiene con fedeltà l’attuale governo regionale di cui lo stesso Razza è esponente. Mi auguro che questo grave incidente istituzionale sia solo un episodio sgradevole che non si ripeterà più. Dal canto mio, spero che l’assessore Razza venga a trovarci più spesso, a condizione che la sua visita sia proficua per il territorio. Gela merita rispetto».

Meridio rubriche

Leggi tutte le rubriche

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore RMB s.r.l.
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Elezioni comunali 2021 in Sicilia

Il 10 e 11 ottobre e il 24 e 25 ottobre 2021 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Giustizia per Emanuele Scieri

Il paracadutista siracusano è stato trovato morto nella caserma di Pisa nel 1999. Ora si cerca di ricostruire quanto successo

Il sistema Montante

L'arresto di Antonello Montante ha scoperchiato un sistema di potere che tocca politica, forze dell'ordine, mafia e imprenditoria

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×