Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

Pozzallo, presi in sette dopo incendio a hotspot
Sindaco: «Situazione è tornata sotto controllo»

Stamattina si è svolto un tavolo col Viminale, prefettura e forze dell'ordine per fare il punto sul rogo che si è sviluppato ieri nella struttura per migranti, coinvolgendo il padiglione delle donne. All'interno dello stabile ci sono 78 persone  

Redazione

Foto di: Agenzia Dire

Foto di: Agenzia Dire

Spento il rogo che ieri ha semidistrutto il padiglione centrale dell'hotspot di Pozzallo in provincia di Ragusa. La prefettura di Ragusa ha già sanificato e allestito il vecchio padiglione destinato alle donne. Dei 36 migranti fuggiti durante l'incendio, sette sono già stati ripresi. Attualmente nella struttura ci sono 78 migranti dopo che nella notte 20 persone sono state spostate nella struttura di accoglienza di Cifalì sempre nel Ragusano.

Stamane si è svolta una riunione operativa in video conferenza tra il ministero dell'Interno, la prefettura di Ragusa, le autorità sanitarie e il Comune di Pozzallo per fare il punto della situazione dopo l'incendio di ieri che ha provocato gravi danni nel padiglione centrale dell'hotspot. È stata già eseguita la sanificazione del padiglione donne che potrà essere reso usufruibile a breve. Nella notte 20 migranti sono stati trasferiti in località Cifali e una parte di loro sono stati collocati in apposite tende. 

Fra i 36 fuggitivi, informa il sindaco Roberto Ammatuna, nessuno è positivo al Covid-19. «In questo momento - dice il primo cittadino - la situazione è assolutamente tranquilla. Un doveroso ringraziamento va alle forze dell'ordine, ai vigili del fuoco, agli operatori che insieme hanno saputo far fronte alla difficile situazione che si è venuta a creare. Ancora una volta la grande sinergia istituzionale tra ministero dell'Interno, prefettura, forze dell'ordine e Comune è stata fondamentale per ricreare, nel giro di poche ore, una situazione di normalità che ha tranquillizzato la comunità pozzallese». 

Meridio rubriche

Leggi tutte le rubriche

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore RMB s.r.l.
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Elezioni comunali 2021 in Sicilia

Il 10 e 11 ottobre e il 24 e 25 ottobre 2021 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Giustizia per Emanuele Scieri

Il paracadutista siracusano è stato trovato morto nella caserma di Pisa nel 1999. Ora si cerca di ricostruire quanto successo

Il sistema Montante

L'arresto di Antonello Montante ha scoperchiato un sistema di potere che tocca politica, forze dell'ordine, mafia e imprenditoria

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×