Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

La campagna di vaccinazione a favore degli invisibili
«Raggiungere chi non usufruisce del sistema sanitario»

Nel Ragusano, l'Asp ed Emergency hanno attivato delle postazioni per consentire anche  a chi vive ai margini della società - come chi lavora e vive tra le serre - di avere il siero. «Iniziativa fondamentale per uscire dalla pandemia»

Piero Burrugano

Il piano vaccinale in Sicilia va spedito e dal 3 giugno si sono aperte le porte degli hub vaccinali dell’isola a tutte le categorie. Prenotandosi nell’apposito sito si può scegliere ora e luogo in cui effettuare il vaccino. Questo però vale per chi è assistito dal Servizio sanitario nazionale. Poi esistono gli invisibili, coloro che non esistono per lo Stato italiano e che quindi fanno difficoltà anche ad approcciarsi alle cure primarie. In Sicilia e soprattutto nel Ragusano nella fa­scia tra­sfor­ma­ta, chia­ma­ta così per la pre­sen­za qua­si inin­ter­rot­ta di più di 60 chi­lo­me­tri di ser­re, la­vo­ra­no tut­to l’an­no agri­col­to­ri e brac­cian­ti per dieci-dodici ore al gior­no in con­di­zio­ni pre­ca­rie, vi­ven­do in case ab­ban­do­na­te, spes­so sen­za ac­qua po­ta­bi­le e ser­vi­zi igie­ni­ci. E a questo si aggiunge la difficoltà ad accedere alle cure sanitarie di base. In tempo di Covid il divario tra i braccianti agricoli e i servizi sanitari si è maggiormente allargato.

Per questo, su iniziativa Emergency, è stato attivato un presidio periferico per permettere ai più vulnerabili di accedere al vaccino contro il Covid-19. Ogni gio­ve­dì po­me­rig­gio, nel­la lo­ca­li­tà di Ma­ri­na di Aca­te pres­so i lo­ca­li del­la Ca­ri­tas lo­ca­le, lo staff sa­ni­ta­rio è im­pe­gna­to in­sie­me ai sanitari del­la Asp di Ra­gu­sa, alla Cgil e ai me­di­ci del­la Ca­ri­tas nelle vac­ci­na­zioni di chiun­que ne fac­cia ri­chie­sta, an­che se non è in pos­ses­so di un re­go­la­re per­mes­so di sog­gior­no. Da venerdì, inoltre, una se­con­da po­sta­zio­ne sarà allestita a Vittoria, pres­so l’au­di­to­rium del­la Chie­sa in Piaz­za Da­nie­le Ma­nin.

«In tut­ta Ita­lia sono cir­ca 500mila i co­sid­det­ti in­vi­si­bi­li a cui fi­no­ra non è sta­to ga­ran­ti­to il di­rit­to al vac­ci­no - spie­ga Ah­me­di Echi, re­spon­sa­bi­le del pro­get­to di Emergency di sup­por­to psi­co­lo­gi­co e as­si­sten­za sa­ni­ta­ria ai brac­cian­ti in Si­ci­lia -. Nel­la fa­scia co­stie­ra del­la pro­vin­cia Iblea vi­vo­no mol­ti la­vo­ra­to­ri agri­co­li e brac­cian­ti, pro­ve­nien­ti per­lo­più da Ma­roc­co, Tu­ni­sia, Ro­ma­nia e Al­ba­nia, che ri­sie­do­no spes­so in case ab­ban­do­na­te, in­se­dia­men­ti in­for­ma­li o vec­chi ma­gaz­zi­ni agri­co­li adi­bi­ti ad al­log­gi. A cau­sa del­la man­can­za di do­cu­men­ti o de­gli ora­ri pro­lun­ga­ti di la­vo­ro - continua - han­no for­ti dif­fi­col­tà ad ac­ce­de­re ai ser­vi­zi sa­ni­ta­ri del­la zona. Se vo­glia­mo dav­ve­ro usci­re da que­sta pan­de­mia, dob­bia­mo fare tut­to il pos­si­bi­le per vac­ci­na­re an­che que­ste fa­sce di po­po­la­zio­ne più vul­ne­ra­bi­li».

Le vac­ci­na­zio­ni si svolgono dal­le 16 alle 20 e sono aper­te a tut­ti e sen­za pre­no­ta­zio­ni, per cir­ca cento ino­cu­la­zio­ni gior­na­lie­re per tut­to il mese di giu­gno. Du­ran­te la pri­ma gior­na­ta sono già sta­te vac­ci­na­te 129 per­so­ne. En­tram­be le po­sta­zio­ni han­no a di­spo­si­zio­ne tut­ti i vac­ci­ni fi­no­ra ap­pro­va­ti ed è il per­so­na­le sa­ni­ta­rio a de­ci­de­re qua­le uti­liz­za­re a se­con­da del­la anam­ne­si di ogni sin­go­lo pa­zien­te. Per ga­ran­ti­re che tut­ti i mi­gran­ti che ri­sie­do­no nel ter­ri­to­rio pos­sa­no ac­ce­de­re a que­sta op­por­tu­ni­tà, i me­dia­to­ri cul­tu­ra­li di Emergency hanno messo in piedi una campagna di sensibilizzazione contattando soprattutto i pa­zien­ti che in que­sti anni sono sta­ti vi­si­ta­ti pres­so l’am­bu­la­to­rio mo­bi­le. Per con­tra­sta­re la pan­de­mia, Emergency e l'Asp ave­va­no già at­ti­va­to un ser­vi­zio di tam­po­ni per i pa­zien­ti del­l’am­bu­la­to­rio che presen­ta­va­no sin­to­mi com­pa­ti­bi­li con il Co­vid-19.

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore RMB s.r.l.
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Giustizia per Emanuele Scieri

Il paracadutista siracusano è stato trovato morto nella caserma di Pisa nel 1999. Ora si cerca di ricostruire quanto successo

Elezioni comunali 2021 in Sicilia

Il 10 e 11 ottobre e il 24 e 25 ottobre 2021 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Il sistema Montante

L'arresto di Antonello Montante ha scoperchiato un sistema di potere che tocca politica, forze dell'ordine, mafia e imprenditoria

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×