Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

Gela non è più zona rossa, la misura revocata dalla Regione
Sindaco: «La notizia della proroga mi aveva gelato il sangue»

Il prolungamento delle restrizioni per la cittadina del Nisseno era stato comunicato ieri, ma i nuovi dati forniti dall'Asp hanno richiesto l'aggiornamento. «I nuovi positivi - spiega il primo cittadino Lucio Greco - sono ben al di sotto della soglia limite»

Redazione

Gela non è più zona rossa. La proroga delle restrizioni per la cittadina del Nisseno era stata comunicata ieri dalla Regione e avrebbe dovuto avere validità fino al prossimo 19 maggio. «L’aggiornamento epidemiologico dell’Asp di Caltanissetta consente di revocare le misure restrittive adottate in precedenza». Fanno sapere questa mattina dopo che il presidente Nello Musumeci ha firmato una nuova ordinanza che ha decorrenza immediata. «I nuovi positivi - spiega il sindaco Lucio Greco - in una settimana sono stati 117, ben al di sotto della soglia limite dei 180».

Alla base della revoca non ci sarebbero errori di calcolo, stando a quanto afferma anche il primo cittadino, ma solo una questione di tempi. «L'Asp ieri aveva chiesto altre 48 ore di tempo per recuperare gli ultimi dati, mentre la Regione prorogava la zona rossa in base a quelli che aveva a disposizione», ha detto il sindaco che è subito sceso in piazza a comunicare la novità ai commercianti e agli esercenti che stavano manifestando proprio di fronte al comune. «La notizia della proroga della zona rossa per un'altra settimana mi aveva gelato il sangue - ha dichiarato Greco - perché comprendo la difficile situazione dei ristoratori e dei commercianti, degli esercenti e degli ambulanti». Che, invece, adesso possono prepararsi per riaprire

«Inutile dire, però - ha aggiunto il sindaco - che occorre non abbassare la guardia. Zona arancione non vuol dire che l'emergenza è finita. Le regole vanno rispettate. Distanziamento, mascherina, non uscire di casa se non è strettamente necessario, igienizzare spesso le mani sono comportamenti che devono caratterizzare le nostre giornate e il nostro stile di vita, fino a quando, grazie anche alle vaccinazioni che subiranno una notevole accelerazione non appena inaugureremo l'hub al PalaCossiga, ci potremo lasciare tutto questo alle spalle». 

Meridio rubriche

Leggi tutte le rubriche

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore RMB s.r.l.
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Il sistema Montante

L'arresto di Antonello Montante ha scoperchiato un sistema di potere che tocca politica, forze dell'ordine, mafia e imprenditoria

Giustizia per Emanuele Scieri

Il paracadutista siracusano è stato trovato morto nella caserma di Pisa nel 1999. Ora si cerca di ricostruire quanto successo

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Infrastrutture, Sicilia spezzata

Frane, autostrade a una carreggiata, statali interrotte. Viaggio in uno dei principali fattori del mancato sviluppo della Sicilia

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×