Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

Da Messina all'Ucraina per combattere con i filorussi
In manette 28enne accusato di essere un mercenario

Il giovane condivideva sui social le immagini delle sue attività militari in Donbass, dove combatteva sotto compenso contro l'esercito regolare Ucraino. Confermata anche l'esistenza di una struttura organizzata attiva nel reclutamento di mercenari in Italia

Redazione

Un messinese di 28 anni, G.R., è stato arrestato con l'accusa di essere un soldato mercenario al soldo delle milizie filorusse nel conflitto in corso in Ucraina Orientale. Il giovane, reclutato in Italia, combatteva in cambio di un compenso economico nel Donbass, contro l'esercito ucraino. 

Le indagini, avviate nel 2019 e coordinate dalla Dda di Messina, si sono avvalse anche dell’analisi dei flussi finanziari internazionali e dei dati forniti da Facebook sulla base di una commissione rogatoria con gli Stati Uniti avviata dalla Procura peloritana. È stato così possibile documentare l'attività del giovane in Ucraina, dove si era stabilito dal 2016, e da dove condivideva sui social le immagini delle proprie attività militari con parenti e amici, fornendo anche consigli e indicazioni per intraprendere quel tipo di carriera  a quanti glielo chiedessero. Ha trovato, inoltre, conferma l’esistenza e l’operatività di una struttura organizzata attiva nell'area Italia-Ucraina e dedita al reclutamento e al finanziamento di mercenari destinati ad integrare le fila delle milizie separatiste filorusse nella regione del Donbass, già emersa da un’analoga attività condotta dal Ros nel 2018. 

Il circuito coinvolge soggetti provenienti da diverse regioni d’Italia che hanno intrapreso l’attività di combattenti, schierati contro l’esercito regolare ucraino nei territori contesi delle autoproclamate repubbliche di Donetsk e Lugansk e, in tale contesto, particolarmente allarmanti sono risultati i rapporti dell’indagato messinese con altri mercenari e, in particolare, con Andrea Palmeri, livornese, detto il generalissimo, già destinatario di un mandato di arresto europeo in quanto ritenuto responsabile di arruolamento e reclutamento di mercenari a scopo terroristico ed eversivo, oltre che di associazione per delinquere.

Meridio rubriche

Leggi tutte le rubriche

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore RMB s.r.l.
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Il sistema Montante

L'arresto di Antonello Montante ha scoperchiato un sistema di potere che tocca politica, forze dell'ordine, mafia e imprenditoria

Giustizia per Emanuele Scieri

Il paracadutista siracusano è stato trovato morto nella caserma di Pisa nel 1999. Ora si cerca di ricostruire quanto successo

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Infrastrutture, Sicilia spezzata

Frane, autostrade a una carreggiata, statali interrotte. Viaggio in uno dei principali fattori del mancato sviluppo della Sicilia

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×