Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

Leonforte, tre arresti per associazione mafiosa
Condannati in via definitiva dalla Cassazione

Giuseppe Arcaria, classe 1969, Natale Cammarata, classe 1993, e Salvatore Oglialoro, classe 1966, sono stati raggiunti dai poliziotti poche ore dopo che l’autorità giudiziaria ha emesso i provvedimenti restrittivi. Sono ritenuti responsabili di estorsione e spaccio

Redazione

Agenti della squadra mobile della questura di Enna e del commissariato di Leonforte hanno dato esecuzione all’ordine di carcerazione emesso dalla Procura generale presso la Corte d'appello di Caltanissetta, a seguito della decisione della Corte di cassazione, nei confronti di tre soggetti condannati in via definitiva.

Giuseppe Arcaria, classe 1969, Natale Cammarata, classe 1993, e Salvatore Oglialoro, classe 1966, sono stati raggiunti dai poliziotti poche ore dopo che l’autorità giudiziaria ha emesso i provvedimenti restrittivi per associazione per delinquere di stampo mafioso.

Tutti e tre, in precedenza, erano stati arrestati nell’ambito dell’operazione antimafia denominata Goodfellas. Sono ritenuti organici del clan che operava nei territori di Agira e Leonforte ed era dedito a estorsioni, armi e traffico di sostanze stupefacenti. Con la sentenza divenuta definitiva dovranno ancora espiare pene da 2 a 7 anni di carcere.

Meridio rubriche

Leggi tutte le rubriche

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore RMB s.r.l.
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Il sistema Montante

L'arresto di Antonello Montante ha scoperchiato un sistema di potere che tocca politica, forze dell'ordine, mafia e imprenditoria

Giustizia per Emanuele Scieri

Il paracadutista siracusano è stato trovato morto nella caserma di Pisa nel 1999. Ora si cerca di ricostruire quanto successo

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Infrastrutture, Sicilia spezzata

Frane, autostrade a una carreggiata, statali interrotte. Viaggio in uno dei principali fattori del mancato sviluppo della Sicilia

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×