Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

Amministratore di Casa Serena agli arresti domiciliari
Indagine scattata dopo la morte di una donna nel 2017

Per Giuseppe Calì, che gestiva la struttura per anziani a San Cataldo, è arrivato il provvedimento dopo le indagini svolte dal tribunale di Caltanissetta. Insieme a lui indagate altre quattro persone. È accusato di maltrattamenti e omicidio colposo

Redazione

Giuseppe Calì, amministratore unico della comunità per anziani Casa Serena, è stato posto agli arresti domiciliari. L'uomo, 46 anni, è accusato di omicidio colposo e maltrattamenti ai danni degli anziani. Le indagini erano scattate dopo la morte della 82enne Anna Polizzi, avvenuta all'interno della casa di San Cataldo, in provincia di Caltanissetta. Per Calì è scattato anche il divieto di esercitare la professione. Insieme a lui sono finiti sul registro degli indagati anche altre quattro persone.

Sin dall'inizio delle indagini, le cause che portarono alla morte della donna sono apparse anomale. Gli investigatori hanno configurato subito le ipotesi di maltrattamento durante la permanenza della donna nella struttura. A seguito di un esame autopico e tossicologico è emerso che, poco prima del decesso, all'anziana era stato somministrato un farmaco a base di promazina, che avrebbe causato la morte per aritmia maligna. Secondo gli inquirenti, inoltre, Calì - con la collaborazione di un altro soggetto - avrebbe evitato di assumere un infermiere professionista per somministrare correttamente le terapie ai clienti della struttura.

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore RMB s.r.l.
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Giustizia per Emanuele Scieri

Il paracadutista siracusano è stato trovato morto nella caserma di Pisa nel 1999. Ora si cerca di ricostruire quanto successo

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Il sistema Montante

L'arresto di Antonello Montante ha scoperchiato un sistema di potere che tocca politica, forze dell'ordine, mafia e imprenditoria

Infrastrutture, Sicilia spezzata

Frane, autostrade a una carreggiata, statali interrotte. Viaggio in uno dei principali fattori del mancato sviluppo della Sicilia

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×