Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

Trapani, i vigili urbani denunciano gli insulti sui social
«Non possiamo più accettare che ci scrivano "bastardi"»

Mesi di offese, ingiurie e parole forti su Facebook per i più svariati motivi. «Una volta perché siamo arrivati in ritardo sul luogo di un incidente», spiega il vicecomandante Mario Bosco a MeridioNews ponendo l'accento sulla carenza di personale

Carmelo Lombardo

«Ci hanno scritto "bastardi" e altre parole pesanti, minando anche la sfera personale. Da oggi denunceremo alle autorità chiunque ci insulti sui social». Quello di Mario Bosco, vicecomandante della polizia municipale di Trapani che ha momento guida il comando, vuole essere un avvertimento agli utenti che su Facebook da mesi insultano e offendono l'intero corpo dei vigili urbani

In realtà, in qualche caso, le segnalazioni all'autorità giudiziaria sono già state fatte. Parole forti, offese, ingiurie e insulti sarebbero arrivati all'indirizzo dei vigili urbani per i più svariati motivi. «Una volta perché siamo arrivati in ritardo sul luogo di un incidente - spiega Bosco a MeridioNews - In un'altra occasione, per una vicenda che aveva visto come protagonista un cane». Il vicecomandante Bosco si mostra aperto a raccogliere le lamentale e le critiche che possono arrivare dai cittadini. «Capisco la contrarietà delle persone, ma dobbiamo fare i conti con la carenza di personale che spesso non ci permette di coprire bene tutto il territorio». 

Con 27 vigili urbani impegnati nel capoluogo trapanese accade anche che si debbano gestire più situazioni nello stesso momento. «È il caso di un trattamento sanitario obbligatorio durante la festa patronale». Una carenza di personale che il vicecomandante ha già segnalato anche al prefetto. «Siamo pronti a ricevere chiunque voglia farci notare un errore - aggiunge Bosco - Ma gli insulti li trovo scorretti sempre e nei confronti di chiunque, a maggior ragione se sono rivolti a chi indossa una divisa». Lo scorso settembre la macchina di Bosco è stata distrutta da un incendio: un episodio su cui continua a indagare la magistratura. 

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore RMB s.r.l.
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Giustizia per Emanuele Scieri

Il paracadutista siracusano è stato trovato morto nella caserma di Pisa nel 1999. Ora si cerca di ricostruire quanto successo

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Il sistema Montante

L'arresto di Antonello Montante ha scoperchiato un sistema di potere che tocca politica, forze dell'ordine, mafia e imprenditoria

Infrastrutture, Sicilia spezzata

Frane, autostrade a una carreggiata, statali interrotte. Viaggio in uno dei principali fattori del mancato sviluppo della Sicilia

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×