Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

Messina, si fingono carabinieri e assaltano un compro-oro
Arrestati ad Acireale grazie al gps presente nell'auto rubata

Il colpo era andato a compimento per Domenico Stelo e Salvatore Saraceno. I due, però, sono stati traditi dal sistema satellitare installato nella vettura che avevano rubato a Villafranca. Per entrambi si sono aperte le porte del carcere di Gazzi

Redazione

Travestiti da carabinieri hanno rapinato un compro-oro a Messina. Il colpo è stato commesso ieri in via Consolare Pompera, strada del Villaggio Sant'Agata. Autori due persone vestite con le uniformi dell'Arma. Dopo la rapina sono scappate a bordo di una vettura di colore grigio. 

Al titolare dell'esercizio commerciale, i rapinatori, che indossavano la mascherina, hanno detto di dovere effettuare un controllo. Appena all'interno, però, hanno colpito il negoziante immobilzzandolo con nastro isolante e manette. I due si sono impossessati di duemila euro in contanti e degli oggetti personali della vittima; poi sono andati via.

I rapinatori, però, sono stati fermati all'altezza di Acireale dai poliziotti del locale commissariato, informati nel frattempo dai colleghi di Messina: la vettura usata dai due era stata rubata a Villafranca ma era dotata di dispositivo di localizzazione satellitare. Sono finiti così in manette il 44enne Domenico Stelo e il 42enne Salvatore Saraceno. Entrambi originari di Augusta, sono stati portati nel carcere Gazzi di Messina a disposizione dell'autorità giudiziaria.

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore RMB s.r.l.
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Il sistema Montante

L'arresto di Antonello Montante ha scoperchiato un sistema di potere che tocca politica, forze dell'ordine, mafia e imprenditoria

Giustizia per Emanuele Scieri

Il paracadutista siracusano è stato trovato morto nella caserma di Pisa nel 1999. Ora si cerca di ricostruire quanto successo

Infrastrutture, Sicilia spezzata

Frane, autostrade a una carreggiata, statali interrotte. Viaggio in uno dei principali fattori del mancato sviluppo della Sicilia

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×