Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

Pozzallo, sbarcati 200 migranti dalla nave quarantena
Sono tutti richiedenti asilo, molte le famiglie a bordo

Altro sbarco dalla nave Azzurra che si trova nel porto del Ragusano. Le 65 persone scese ieri sono state invece raggiunte da provvedimenti di espulsione o di allontanamento

Redazione

Sbarco concluso a Pozzallo. Dalla nave quarantena Azzurra sono stati fatti sbarcare 209 migranti, dopo avere completato il periodo di osservazione e avere avuto il tampone negativo. Ad attenderli in banchina nove pullman con i quali sono stati trasferiti verso centri di accoglienza in altre località. Gli oltre duecento migranti sono tutti richiedenti asilo e molti sono nuclei familiari con bambini

Ieri invece sono stati trasferiti dalla stessa nave 65 migranti, tutti raggiunti da provvedimenti di espulsione o di allontanamento. In parte con ordine di trattenimento sono stati trasferiti in centri di permanenza per i rimpatri, per gli altri è stato disposto l'obbligo di lasciare il territorio italiano entro sette giorni. Dopo il cambio di equipaggio, la nave Azzurra, se le condizioni meteo lo permetteranno, salperà nella serata di oggi.

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore RMB s.r.l.
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Il sistema Montante

L'arresto di Antonello Montante ha scoperchiato un sistema di potere che tocca politica, forze dell'ordine, mafia e imprenditoria

Giustizia per Emanuele Scieri

Il paracadutista siracusano è stato trovato morto nella caserma di Pisa nel 1999. Ora si cerca di ricostruire quanto successo

Infrastrutture, Sicilia spezzata

Frane, autostrade a una carreggiata, statali interrotte. Viaggio in uno dei principali fattori del mancato sviluppo della Sicilia

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×