Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

Castelvetrano, fermato un 32enne per l'omicidio di Favoroso
Il cadavere ritrovato in un posto diverso dal luogo del delitto

I carabinieri hanno dato esecuzione al provvedimento di fermo della procura di Marsala a carico di un castelvetranese con precedenti di polizia. Sono in corso le indagini per verificare se abbia agito da solo o con l'aiuto di qualche complice

Redazione

C'è un fermato per l'omicidio di Vincenzo Adamo Favoroso, il 33enne camionista con un passato da calciatore che era anche uno dei fondatori del gruppo di tifosi ultras della Folgore Old Fans, squadra di calcio di Castelvetrano. I carabinieri della sezione operativa hanno dato esecuzione al provvedimento di fermo di indiziato di delitto emesso dalla procura di Marsala a carico di un castelvetranese di 32 anni, con precedenti di polizia. 

Il 32enne è accusato di avere ucciso Favoroso - detto Tacatà - a colpi d'arma da fuoco che lo avrebbero raggiunto al petto. La sparatoria sarebbe avvenuta in via Mazzini, in una zona centrale della cittadina del Trapanese. Il cadavere sarebbe invece poi stato ritrovato, intorno alle 4 di questa mattina, in un terreno isolato in via Manganelli. Sono ancora in corso accertamenti per verificare se il presunto autore abbia agito da solo o si sia fatto aiutare da qualche complice. Stando a quanto emerso finora, l'omicidio sarebbe avvenuto al culmine di una lite iniziata in un locale.

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore RMB s.r.l.
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Il sistema Montante

L'arresto di Antonello Montante ha scoperchiato un sistema di potere che tocca politica, forze dell'ordine, mafia e imprenditoria

Giustizia per Emanuele Scieri

Il paracadutista siracusano è stato trovato morto nella caserma di Pisa nel 1999. Ora si cerca di ricostruire quanto successo

Infrastrutture, Sicilia spezzata

Frane, autostrade a una carreggiata, statali interrotte. Viaggio in uno dei principali fattori del mancato sviluppo della Sicilia

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×