Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

Trapani, focolaio al centro distribuzione delle Poste
Uil: «Già 15 contagi, vanno fatti tamponi ai lavoratori»

La nota è firmata dal segretario generale di Uil Poste di Trapani Giuseppe Rallo. «Riteniamo che la tutela della salute debba sempre rappresentare una priorità rispetto agli interessi di natura economica aziendale», si legge

Redazione

Quindici casi positivi al centro di distribuzione delle Poste di Trapani. A dare la notizia è il segretario generale Uil Poste di Trapani Giuseppe Rallo. «Bisogna sottoporre al tampone tutti i dipendenti», si legge in una nota del sindacato. 

«Appena dieci giorni fa - spiega Rallo - la nostra organizzazione sindacale aveva focalizzato l’attenzione sull’alta soglia di rischio a cui sono particolarmente esposti i lavoratori degli uffici postali e gli addetti al recapito. Ne era stata prova l’insorgenza di un focolaio di contagi da coronavirus nel centro di distribuzione e di recapito di Trapani Platamone».

«Oggi la situazione purtroppo si è ulteriormente aggravata, per questo chiediamo con forza all’azienda Poste Italiane che tutti i lavoratori del centro vengano sottoposti a tampone poiché riteniamo che la tutela della salute debba sempre rappresentare una priorità rispetto agli interessi di natura economica aziendale».

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Giustizia per Emanuele Scieri

Il paracadutista siracusano è stato trovato morto nella caserma di Pisa nel 1999. Ora si cerca di ricostruire quanto successo

Il sistema Montante

L'arresto di Antonello Montante ha scoperchiato un sistema di potere che tocca politica, forze dell'ordine, mafia e imprenditoria

Infrastrutture, Sicilia spezzata

Frane, autostrade a una carreggiata, statali interrotte. Viaggio in uno dei principali fattori del mancato sviluppo della Sicilia

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×