Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

PostaDelCuore#6, gestire un figlio con l'altra

Tentativi su tentativi, senza successo. La delusione, e subito dopo la scoperta di un tradimento ancora più doloroso. «So che è difficile, ma non devi metterti a paragone con l’altra donna», suggerisce Flaminia Belfiore. Poi c'è la storia di Ricciolina...

Scrive un'anonima:
«Sono Anna, una donna di 50 anni senza figli, dopo numerose inseminazioni artificiali senza successo. Questo già di per sé è doloroso, ma peggio è l'aver scoperto che la donna con cui mio marito mi ha tradita durante un nostro periodo difficile è rimasta incinta. Mi sento una donna distrutta!»

La risposta di Flaminia
Carissima Anna, non ci dai molte informazioni. Vorrei capire ad esempio se questa nascita debba ancora avvenire e cosa intenda fare tuo marito, oppure se hai scoperto dopo anni dell’esistenza di questo/a figlio/a. Non parli di separazione, dunque immagino che il periodo difficile cui fai cenno sia finito, che lo abbiate superato in qualche modo. Certo, questa scoperta deve averti gettata nello sconforto totale. Ma il figlio o la figlia di tuo marito riguarda lui e non te. So che è difficile, ma non devi metterti a paragone con l’altra donna su questo piano, o non ne uscirai. Se tieni così tanto a lui da perdonare il tradimento e accetti che lui abbia per sempre un altro importante legame (intendo quello con il/la figlio/a), continuerai ad essere la Casa di quest’uomo, che forse non voleva nemmeno lui questa gravidanza. Forse, dico. Perché nel caso in cui lo scenario sia molto diverso, ovvero che lui voglia formare una famiglia con questa donna e lasciarti, saresti la milionesima sventurata a dover affrontare la Grande Tempesta, e ad un’età che rende tutto più difficile. Posso solo abbracciarti virtualmente e dirti che nella peggiore delle ipotesi, oggi la vita comincia a 50 anni!

La risposta di Lucio
Anna, pensa se lui scoprisse che lei è incinta a causa di un altro... eheheh... sì lo so, la cosa ti fa sorridere e ti risarcisce un po'. Il problema centrale è la tua mancata gravidanza. Ma non è che per forza si debba procreare. Pensa se la mamma di Salvini ci avesse pensato un po' prima... Non sentirti distrutta, è lui semmai che si sente un po' coglione. Adesso che farà? Famiglia allargata? Si darà alla macchia? E soprattutto, lui sa che tu sai? Il mistero si infittisce, la realtà supera la fantasia. Tienici aggiornati.

***

Ricciolina scrive:
«Cari Flaminia e sig. Lucio, ho un problema per cui non desidero mettere il mio nome vero. Scrivete che mi chiamo Ricciolina (non è il mio nome). Con mio marito siamo sposati da 15 anni, tutto va bene, abbiamo creato una bella famiglia con due figli e ci vogliamo tutti bene. Il problema è quando ci mettiamo a letto. Mi state capendo? Lui dice che dobbiamo riaccendere il fuoco tra noi due, dice che io gli piaccio ancora ma mi vuole diversa là sotto, praticamente vuole che mi faccio la ceretta brasiliana quella totale. Ora io sono rimasta molto meravigliata per questa richiesta, perché io manco sapevo cosa era la ceretta brasiliana e me l'ha spiegato lui che lo sapeva. Ma perché lo sapeva? Non risponde. Ora io mi domando perché lui vuole questo da me visto che lo sa come sono di carattere, io ci tengo alla pulizia, all'educazione e a comportarmi da vera cristiana. Secondo me non è una cosa giusta, se la natura ci ha fatte in un modo dobbiamo rimanere così. Mica sono una bambina. Lui dice che se non lo faccio si prende un'amante che si depila tutta. Non so cosa fare e ho paura e sono frastornata.»

La risposta di Flaminia
Ricciolina, ma lo sai quante donne dopo 15 anni di vita insieme sarebbero felicissime di ricevere una richiesta di questo tipo dal proprio uomo? Sei fortunata e non lo sai. Sinceramente però, a me non piace affatto questo suo ricatto (ceretta o amante!), quindi come prima cosa digli che se la mette su questo piano se lo può sognare. Ma capisco che sei preoccupata e che per te è un vero problema, dunque per aiutarti a decidere ti faccio due esempi. Se lui ti chiedesse di tagliarti o farti crescere i capelli non ci troveresti nulla di male, giusto? Così come se tu gli dicessi che vorresti vederlo con la barba e i baffi che tanto sono di moda pensi che si arrabbierebbe, si offenderebbe? Non credo! Ascoltami, sotto le lenzuola non ci fare entrare santi e sacerdoti, che non sono gli esperti del ramo. Prova, vai dall’estetista oppure se ti vergogni ruba una lametta (nuova!) a tuo marito e vedi un po’ che riesci a fare. Magari scoprirai che ti piaci così pure tu, chissà. Da Ricciolina a Cicciolina! (No, questo magari non aiuterà a convincerti ma mi è venuta la battuta e non ho voluto rinunciare, chiedo perdono).

La risposta di Lucio
Cara Ricciolina (perché sono sicuro che questo pseudonimo non si ispira alla lattuga?) Che male c'è? Anzi, rilancia, digli che vuoi che si disboschi anche lui... Ma con la ceretta a strappo. Ti giuro che ci ripenserà. Pensa se ti avesse chiesto di tingerti bionda, o rossa, eheheh... Come conosceva la ceretta brasiliana? Ma figlia mia, dove vivi, tra i mormoni? Su internet devi cercare giorni e giorni per trovare una "Ricciolina", documentati. La natura ci ha fatte così? Vuoi dirmi che non hai mai tagliato le unghie dei piedi, quindi? A quest'ora porti la 50 di scarpe... Scherzi a parte, perché no? È un gioco, non c'è nulla di male. Divertitevi, che la vita è breve.

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Giustizia per Emanuele Scieri

Il paracadutista siracusano è stato trovato morto nella caserma di Pisa nel 1999. Ora si cerca di ricostruire quanto successo

Il sistema Montante

L'arresto di Antonello Montante ha scoperchiato un sistema di potere che tocca politica, forze dell'ordine, mafia e imprenditoria

Infrastrutture, Sicilia spezzata

Frane, autostrade a una carreggiata, statali interrotte. Viaggio in uno dei principali fattori del mancato sviluppo della Sicilia

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×