Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

Spedizione punitiva per rimprovero sulla mascherina
Esercenti pestati dal gruppo, arrestato un 27enne

Ai domiciliari è finito Carmelo Presti. Per il 20enne Antonio Tripodo il giudice per le indagini preliminari ha disposto il divieto di dimora. Sarebbe stato quest'ultimo a chiedere la violenza nei confronti degli esercenti di un locale di Sant'Agata di Militello

Redazione

Foto di: djedj

Foto di: djedj

Spedizione punitiva per un rimprovero legato al mancato uso della mascherina. È successo a Sant'Agata di Militello il 7 ottobre. Oggi i carabinieri hanno arrestato e posto ai domiciliari il 27enne Carmelo Presti, mentre per un altro giovane, Antonio Tripodo di 20 anni, è stato disposto il divieto di dimora. Entrambi sono accusati di violenza privata, minacce, lesioni personali e danneggiamento.

Le vittime sono due membri dello staff di un locale della località del Messinese, che avevano ripreso Tripodo perché non indossava il dispositivo di protezione individuale. Pochi giorni dopo, un gruppo di giovani guidato da Presti ha atteso gli esercenti alla chiusura del locale e li ha aggrediti. Il pestaggio, a cui hanno preso parte anche alcuni minorenni, ha causato serie conseguenze fisiche e ha costretto le vittime a trovare rifugio dentro l'esercizio commerciale. 

Secondo il giudice che ha disposto le misure cautelari, il provvedimento è giustificato dal rischio di reiterazione del reato. Presti, dal suo gruppo, veniva chiamato padrino.

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Giustizia per Emanuele Scieri

Il paracadutista siracusano è stato trovato morto nella caserma di Pisa nel 1999. Ora si cerca di ricostruire quanto successo

Il sistema Montante

L'arresto di Antonello Montante ha scoperchiato un sistema di potere che tocca politica, forze dell'ordine, mafia e imprenditoria

Infrastrutture, Sicilia spezzata

Frane, autostrade a una carreggiata, statali interrotte. Viaggio in uno dei principali fattori del mancato sviluppo della Sicilia

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×