Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

Fermato agli imbarcaderi con 20 chili di cocaina
Droga dal valore di 2,7 milioni di euro. Arrestato

La sostanza stupefacente, suddivisa in diciotto panetti, è stata trovata nascosta all'interno di un doppiofondo creato nel vano portabagagli del fuoristrada di grossa cilindrata. Il 50enne L.G.R. è stato portato in carcere

Redazione

Venti chili di cocaina sono stati sequestrati dai finanzieri del comando provinciale di Messina agli imbarcaderi dei traghetti che collegano con la Calabria. La sostanza stupefacente è stata trovata a bordo di un'auto proveniente da Villa San Giovanni e che stava sbarcando in Sicilia.

Attratti dall’atteggiamento sospetto del conducente di un fuoristrada di grossa cilindrata, i militari hanno deciso di procedere con il controllo. A dare la conferma sono stati i cani antidroga Dia e Ghimly. La sostanza stupefacente era nascosta in un doppiofondo creato nel vano portabagagli. Diciotto panetti di cocaina purissima per un peso totale di circa 20 chili che avrebbero potuto fruttare alla vendita al dettaglio illeciti guadagni per oltre 2,7 milioni di euro

Il corriere, L.G.R (classe 1970), di origine lucane ma residente in provincia di Alessandria, è stato arrestato in flagranza di reato per traffico di sostanze stupefacenti e sottoposto alla custodia cautelare in carcere, in attesa di giudizio, a disposizione dell’autorità giudiziaria di Messina. 

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Giustizia per Emanuele Scieri

Il paracadutista siracusano è stato trovato morto nella caserma di Pisa nel 1999. Ora si cerca di ricostruire quanto successo

Il sistema Montante

L'arresto di Antonello Montante ha scoperchiato un sistema di potere che tocca politica, forze dell'ordine, mafia e imprenditoria

Infrastrutture, Sicilia spezzata

Frane, autostrade a una carreggiata, statali interrotte. Viaggio in uno dei principali fattori del mancato sviluppo della Sicilia

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×