Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

Peschereccio tunisino tenta di speronare guardia di finanza
L'inseguimento per ore nelle acque antistanti Lampedusa

I fatti sono accaduti ieri e hanno registrato anche l'esplosione di alcuni colpi a scopo intimidatorio. Soltanto dopo diversi tentativi, le forze dell'ordine sono riuscite ad abbordare l'imbarcazione che pescava illegalmente

Redazione

Momenti di tensioni ieri nelle acque antistanti Lampedusa. Una motovedetta della guardia di finanza ha rischiato di essere speronata da un peschereccio tunisino, nel tentativo di abbordare l'imbarcazione. Il comandante di quest'ultima ha infatti ignorato l'alt per diverse ore.

L'allarme era scattinato in mattinata quando la Capitaneria di porto di Lampedusa aveva intercettato il motopesca con le reti in mare, in un'area ricadente nelle acque territoriali italiane, a circa nove miglia dall'isolotto di Lampione. 

L'inseguimento ha registrato anche l'esplosione di alcuni colpi a scopo intimidatorio da parte delle forze dell'ordine, ma nonostante ciò il peschereccio ha tentato di fuggire. Alla fine però la motovedetta è riuscita a completare l'abbordaggio. Portato a Lampredusa, il comandante del motopesca è stato arrestato. Sequestrate anche le reti.

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Giustizia per Emanuele Scieri

Il paracadutista siracusano è stato trovato morto nella caserma di Pisa nel 1999. Ora si cerca di ricostruire quanto successo

Il sistema Montante

L'arresto di Antonello Montante ha scoperchiato un sistema di potere che tocca politica, forze dell'ordine, mafia e imprenditoria

Infrastrutture, Sicilia spezzata

Frane, autostrade a una carreggiata, statali interrotte. Viaggio in uno dei principali fattori del mancato sviluppo della Sicilia

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×