Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

Gela, ci sono cinque vigili urbani positivi al coronavirus
Sindaco: «Intensificare prevenzione ma senza panico»

Uno degli agenti della polizia municipale è ricoverato all'ospedale Sant'Elia di Caltanissetta ma le sue condizioni non desterebbero particolari preoccupazioni. Gli altri colleghi sono già in isolamento domiciliare. Ora tamponi per sindaco, assessori e impiegati

Redazione

«

Cinque vigili urbani sono risultati positivi al nuovo coronavirus a Gela, in provincia di Caltanissetta. Uno degli agenti della polizia municipale si trova ricoverato all'ospedale Sant'Elia di Caltanissetta. «Una situazione che ci spinge ad intensificare l'attività di prevenzione, ma senza creare panico», ha dichiarato il primo cittadino gelese Lucio Greco

È proprio il sindaco a comunicare, con una nota, che l'evolversi della diffusione del Covid-19 in città è sotto controllo. «Siamo in costante comunicazione con l'Azienda sanitaria provinciale - assicura - e anche con la prefettura. Chiediamo il massimo rispetto delle prescrizioni - continua Greco - mascherine in primis». 

Le condizioni del vigile urbano ricoverato «non destano particolari preoccupazioni», rassicura il primo cittadino, e tutti i suoi colleghi risultati positivi sono già stati posti in isolamento domiciliare. «Sabato sono stati sottoposti a tampone, perché - precisa Greco - rientravano tra quelli che nelle ultime 48 ore erano stati in contatto con l'agente ricoverato». 

Intanto, nella giornata di ieri si è proceduto alla sanificazione del comando di polizia municipale e delle auto di servizio. Da questa mattina tutti i vigili urbani sono chiamati a sottoporsi al tampone. Insieme a loro anche il sindaco, gli assessori e gli impiegati amministrativi e della segreteria. «Nelle prossime ore - sottolinea il primo cittadino - tutti i dipendenti comunali saranno sottoposti al tampone e man mano che si conosceranno gli esiti si prenderanno le decisioni più opportune». 

Nella tarda mattinata di oggi, si è tenuto un incontro cui hanno preso parte il comitato Rspp, datori di lavoro e dirigenti di settore, medico del lavoro del Comune e Rls «per decidere cosa fare per coniugare la salute e la sicurezza con l'esigenza di garantire ai cittadini tutti i servizi - spiega il sindaco. È stato stabilito un ritorno al principio di rotazione, perché il 50 per del personale torna in regime di smart working, e ho dato mandato ai dirigenti di raddoppiare il personale per ciò che attiene l'erogazione dei servizi essenziali». In programma adesso la sanificazione di tutti i locali, sia aerea che di tutte le superfici degli ambienti di lavoro.

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Giustizia per Emanuele Scieri

Il paracadutista siracusano è stato trovato morto nella caserma di Pisa nel 1999. Ora si cerca di ricostruire quanto successo

Il sistema Montante

L'arresto di Antonello Montante ha scoperchiato un sistema di potere che tocca politica, forze dell'ordine, mafia e imprenditoria

Infrastrutture, Sicilia spezzata

Frane, autostrade a una carreggiata, statali interrotte. Viaggio in uno dei principali fattori del mancato sviluppo della Sicilia

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×