Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

Due pescherecci siciliani sequestrati dalla Libia
Bloccati in 16, due barche sono riuscite a fuggire

L'Antartide e il Medinea sono state fermate dalle autorità libiche. La Farnesina sta seguendo il caso. Proprio in queste ore nel paese nordafricano si trova il ministro degli Esteri Luigi Di Maio

Pamela Giacomarro

Due pescherecci della marineria di Mazara del Vallo sono stati sequestrati ieri sera dalle autorità libiche a circa 35 miglia dalle coste del paese nordafricano, all'interno della cosiddetta zona Zee - area economica adiacente le acque territoriali in cui uno Stato costiero ha diritti sovrani per la gestione delle risorse naturali - che si estende 62 miglia oltre le 12 convenzionali e non è riconosciuta dalla comunità internazionale. 

I pescherecci sequestrati sono l'Antartide e il Medinea. Altre due imbarcazioni, l'Anna Madre di Mazara del Vallo e il Natalino di Pozzallo, sono riuscite a fuggire. I pescherecci si trovano adesso ormeggiati al porto di Bengasi. I componenti di entrambi gli equipaggi (16 persone in tutto) si trovano a bordo e stanno bene, come assicurato dall'armatore dell'Antartide, Leonardo Gangitano

A confermare il sequestro, oltre alla capitaneria di porto di Mazara del Vallo, è stato anche il sindaco Salvatore Quinci che ha sottolineato il tempestivo intervento dell'Unità di crisi della Farnesina che sta gestendo il caso. In queste ore inoltre, il ministro degli esteri Luigi Di Maio si trova in visita proprio nel paese Nordafricano.

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Giustizia per Emanuele Scieri

Il paracadutista siracusano è stato trovato morto nella caserma di Pisa nel 1999. Ora si cerca di ricostruire quanto successo

Il sistema Montante

L'arresto di Antonello Montante ha scoperchiato un sistema di potere che tocca politica, forze dell'ordine, mafia e imprenditoria

Infrastrutture, Sicilia spezzata

Frane, autostrade a una carreggiata, statali interrotte. Viaggio in uno dei principali fattori del mancato sviluppo della Sicilia

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×