Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

Affondato peschereccio a Lampedusa, morto un marinaio
L'equipaggio aveva dato l'allarme. Due sono sopravvissuti

A perdere la vita nell'affondamento dell'imbarcazione è stato Giovanni Bono. Altri due marinai sono stati salvati dalle motovedette della guardia di finanza. Il sindaco Toto Martello ha dichiarato il lutto cittadino

Redazione

Foto di: ivg

Foto di: ivg

Il marinaio Giovanni Bono è morto nel naufragio di un peschereccio a Lampedusa, a circa un miglio e mezzo da Capo Ponente dove da giorni soffia un forte vento. Altri due componenti dell'equipaggio sono sopravvissuti e sono stati salvati dalle motovedette della guardia di finanza dopo che l'imbarcazione è affondata. Il sindaco di Lampedusa Toto Martello ha dichiarato il lutto cittadino.

Stando a quanto è stato possibile ricostruire finora, i tre marinai che erano sul peschereccio, si sarebbero accorti del pericolo. Sono infatti riusciti a lanciare un allarme. Quando le motovedette sono arrivate, il peschereccio però era già colato a picco. A gennaio del 2017, a cinque miglia dall'isola di Lampedusa, c'era già stato un incidente simile. Un marinaio, Francesco Solina di 51 anni, risultò disperso per giorni. Vennero tratti in salvo invece gli altri tre membri dell'equipaggio del peschereccio Giacomo Maria.

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Giustizia per Emanuele Scieri

Il paracadutista siracusano è stato trovato morto nella caserma di Pisa nel 1999. Ora si cerca di ricostruire quanto successo

Il sistema Montante

L'arresto di Antonello Montante ha scoperchiato un sistema di potere che tocca politica, forze dell'ordine, mafia e imprenditoria

Infrastrutture, Sicilia spezzata

Frane, autostrade a una carreggiata, statali interrotte. Viaggio in uno dei principali fattori del mancato sviluppo della Sicilia

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×