Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

Violenze e minacce alla convivente durante lockdown
Denuncia l'uomo e i carabinieri riescono ad arrestarlo

I militari della stazione di Modica, in provincia di Ragusa, hanno catturato un 33enne che, durante la quarantena obbligatoria, avrebbe perseguitato una donna di 30 anni. Adesso dovrà rispondere di atti persecutori e lesioni personali

Redazione

Foto di: Dario De Luca

Foto di: Dario De Luca

I carabinieri della stazione di Modica hanno tratto in arresto, con l'accusa di atti persecutori e lesioni personali, un cittadino di origini rumene di 33 anni, residente da diversi anni nella cittadina del ragusano. L’attività investigativa è scaturita dalla denuncia presentata dalla giovanissima ex convivente dell’uomo, la stessa ha raccontato ai militari i lunghi mesi di lockdown costellati da aggressioni, violenze, minacce e offese che l’avevano costretta a cambiare casa. 

Secondo il racconto della giovane l'uomo sarebbe stato responsabile di abusi sessuali, lesioni e minacce di morte. I carabinieri si sono appostati nei pressi dell’abitazione della vittima individuando l'uomo, recatosi sul posto forse con l'obiettivo di aggredire la connazionale. Il 33enne è stato bloccato e tratto in arresto per stalking, in attesa del giudizio per direttissima è stato posto ai domiciliari. 

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Giustizia per Emanuele Scieri

Il paracadutista siracusano è stato trovato morto nella caserma di Pisa nel 1999. Ora si cerca di ricostruire quanto successo

Il sistema Montante

L'arresto di Antonello Montante ha scoperchiato un sistema di potere che tocca politica, forze dell'ordine, mafia e imprenditoria

Infrastrutture, Sicilia spezzata

Frane, autostrade a una carreggiata, statali interrotte. Viaggio in uno dei principali fattori del mancato sviluppo della Sicilia

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×