Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

Gela: otto episodi di furto aggravato in sei mesi
Gioielli, tv, soldi e una moto. Arrestato 20enne

La polizia ha arrestato Davide Antonio Rocco Ferracane. I furti, consumati e tentati, sono stati commessi tra la fine del mese di novembre 2019 e il mese di giugno 2020. Tutti comunque esercitando violenza sulle cose o con destrezza in case, negozi e auto

Redazione

Foto di: Marta Silvestre

Foto di: Marta Silvestre

Otto episodi di furto aggravato, consumato e tentato, commessi in poco più di sei mesi. Per questo, la polizia ha arrestato il gelese 20enne Davide Antonio Rocco Ferracane. Tra i beni rubati in abitazioni, esercizi commerciali e su autovetture: gioielli, televisori, decoder, soldi in contanti, uno stereo, un marsupio e un ciclomotore.

Davide Antonio Rocco Ferracane

Il giovane, lo scorso 1 agosto era già stato sottoposto alla misura cautelare dell'obbligo di dimora nel comune di Gela e dell'obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria. Successivamente era stato di nuovo arrestato per il reato di furto pluriaggravato. In seguito per Ferracane è stato disposto l'aggravamento della misura con gli arresti domiciliari. Ciò nonostante, l'indagato, noncurante dell'ammonimento, si è di nuovo allontanato dalla propria abitazione senza alcuna valida giustificazione e senza autorizzazione. Così dalla procura di Gela è stato chiesto un ulteriore aggravamento della misura.

I furti contestati al giovane sono stati commessi a Gela tra la fine del mese di novembre del 2019 e il mese di giugno del 2020. Tutti sono stati compiuti esercitando violenza sulle cose o con destrezza in abitazioni, esercizi commerciali e su autovetture. Tra i beni rubati - in alcuni casi provocando alla persona offesa danni di rilevante gravità - gioielli, televisori, decoder, soldi in contanti, uno stereo, un marsupio e un ciclomotore. L’arrestato, dopo le formalità di rito, è stato condotto al carcere di contrada Balate di Gela.

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Giustizia per Emanuele Scieri

Il paracadutista siracusano è stato trovato morto nella caserma di Pisa nel 1999. Ora si cerca di ricostruire quanto successo

Il sistema Montante

L'arresto di Antonello Montante ha scoperchiato un sistema di potere che tocca politica, forze dell'ordine, mafia e imprenditoria

Infrastrutture, Sicilia spezzata

Frane, autostrade a una carreggiata, statali interrotte. Viaggio in uno dei principali fattori del mancato sviluppo della Sicilia

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×