Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

Caltanissetta, bar sconosciuto al fisco con lavoratori in nero
Titolare e dipendente hanno preso il reddito di cittadinanza

I finanzieri del comando provinciale hanno rilevato la mancata emissione dello scontrino fiscale e sono entrati nel locale per fare ulteriori accertamenti. I due sono stati denunciati. Al proprietario anche una maxi sanzione per l'impiego di manodopera in nero

Redazione

Un bar sconosciuto al fisco e con due lavoratori in nero. È quanto accertato i finanzieri del comando provinciale di Caltanissetta nell’ambito dei controlli dei luoghi della movida di Strata a foglia disposti dalla prefettura.

Avendo rilevato la mancata emissione dello scontrino fiscale, le fiamme gialle sono entrate nel locale dove sono stati identificati anche due lavoratori impiegati completamente in nero. Gli ulteriori approfondimenti hanno consentito di accertare che sia il titolare dell’attività sia uno dei due lavoratori in nero, risultavano percettori di reddito di cittadinanza. Entrambi sono stati denunciati anche ai fini dell’eventuale revoca del beneficio indebitamente ottenuto.

L’esercizio commerciale è stato segnalato all'Ispettorato del lavoro ai fini della sospensione dell’attività ed è stata comminata al titolare la maxi sanzione aggravata per impiego di manodopera in nero, per un importo compreso tra i 6mila e i 24mila euro.

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Giustizia per Emanuele Scieri

Il paracadutista siracusano è stato trovato morto nella caserma di Pisa nel 1999. Ora si cerca di ricostruire quanto successo

Il sistema Montante

L'arresto di Antonello Montante ha scoperchiato un sistema di potere che tocca politica, forze dell'ordine, mafia e imprenditoria

Infrastrutture, Sicilia spezzata

Frane, autostrade a una carreggiata, statali interrotte. Viaggio in uno dei principali fattori del mancato sviluppo della Sicilia

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×