Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

Agrigento, crollata una parete di argilla sulla spiaggia
Nessun ferito, area interdetta sgomberata poco prima

Una porzione del costone tra Maddalusa e il Caos è franata. I detriti si sono fermati ai piedi della roccia sollevando un'onda di polvere visibile da centinaia di metri di distanza. La zona continua a essere frequentata nonostante il divieto per il rischio crolli

Redazione

Una porzione del costone di argilla che sovrasta la spiaggia del Caos ad Agrigento è franata. Attimi di paura per tutte le persone che si trovavano nel tratto di mare tra Maddalusa e il Caos. Nel crollo della parete rocciosa nessun bagnante è rimasto ferito, anche perché i detriti si sono fermati ai piedi del costone sollevando un'onda di polvere visibile anche da diverse centinaia di metri di distanza.

Poco prima del cedimento, tra l'altro, una squadra della guardia costiera aveva fatto sgomberare l'intera area che era piena di turisti e bagnanti nonostante sia interdetta da tempo proprio per rischio crolli. Periodicamente, infatti, dal costone si staccano porzioni di terreno che crollano a mare. 

Pochi minuti dopo, sul posto è intervenuta la capitaneria di porto che si trovava già là per un consueto servizio di vigilanza del litorale. La zona del crollo, in via precauzionale e nell'attesa di altri accertamenti, al momento è stata circoscritta

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Giustizia per Emanuele Scieri

Il paracadutista siracusano è stato trovato morto nella caserma di Pisa nel 1999. Ora si cerca di ricostruire quanto successo

Il sistema Montante

L'arresto di Antonello Montante ha scoperchiato un sistema di potere che tocca politica, forze dell'ordine, mafia e imprenditoria

Infrastrutture, Sicilia spezzata

Frane, autostrade a una carreggiata, statali interrotte. Viaggio in uno dei principali fattori del mancato sviluppo della Sicilia

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×