Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

Offese e minacce alla nuova compagna dell'ex fidanzato
«Morirai di parto. Ritorna al tuo paese. È nato lo sgorbio?»

Occhi blu e Lady D sono i profili fake che la donna avrebbe usato per mandare messaggi su Facebook per anni alla vittima che, alla fine, ha deciso di sporgere denuncia contro ignoti. La polizia postale ha scoperto che dietro c'era una 33enne del Trapanese

Redazione

«Devi morire», «Morirai di parto», «Ritorna al tuo paese», «È nato lo sgorbio?». È questo il tenore dei messaggi inviati per anni dalla 33enne P.C., della provincia di Trapani, alla nuova compagna del suo ex fidanzato tramite profili fake su Facebook. Per le ripetute offese e minacce la donna è stata denunciata. Lo scorso marzo, la vittima si è presentata negli uffici della sezione di polizia postale e delle comunicazioni di Trapani per sporgere querela. 

Dal 2018 la donna riceva messaggi che la minacciavano di morte e la ingiuriavano con parole offensive. A essere presi di mira erano anche il compagno e il loro bambino. In un messaggio, c'era anche la foto di un’ecografia con la scritta «il figlio che ha avuto con un’altra prima di te». Tutte le conversazioni arrivate da profili falsi non erano firmate.

Ricevuta la denuncia, il personale della polizia postale ha sentito il compagno della vittima. Fin da subito, i sospetti si sono concentrati sulla ex fidanzata dell’uomo. Tesi poi confermata dallo svolgimento delle indagini tecniche. Infatti, dall'analisi dei tabulati telematici, è stato possibile appurare che dietro ai profili fake denominati Occhi blu e Lady D si celava proprio l’identità della 33enne.

L'ex fidanzata del compagno, dal 2015 - periodo in cui la storia era terminata - non si sarebbe arresa alla fine della relazione, e avrebbe continuato a tormentare l’ex fidanzato e l’attuale compagna. Lo scorso 15 luglio, il personale della sezione di polizia postale di Trapani ha notificato alla donna l’avviso di conclusione delle indagini. La donna è stata avvertita che, nel caso perseverasse, la procura potrà anche richiedere al gip una misura cautelare personale che potrà consistere anche nella custodia cautelare in carcere.

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Giustizia per Emanuele Scieri

Il paracadutista siracusano è stato trovato morto nella caserma di Pisa nel 1999. Ora si cerca di ricostruire quanto successo

Il sistema Montante

L'arresto di Antonello Montante ha scoperchiato un sistema di potere che tocca politica, forze dell'ordine, mafia e imprenditoria

Infrastrutture, Sicilia spezzata

Frane, autostrade a una carreggiata, statali interrotte. Viaggio in uno dei principali fattori del mancato sviluppo della Sicilia

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Abbonati a MeridioNews
il primo mese è gratuito

Raccontiamo il tuo quotidiano

×

Dall'8 luglio per leggere le notizie di MeridioNews chiediamo il tuo supporto. In cambio avrai accesso a tutti i contenuti, inclusi quelli speciali, senza pubblicità invasiva.

Disabilita AdBlock

Disabilita le estensioni "AdBlock" e ricarica la pagina per leggere MeridioNews