Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

Lampedusa, nave torna indietro per far salire migranti
Ordine della prefettura. Scatta protesta dei passeggeri

Momenti concitati sul traghetto Sansovino che collega le Pelagie con Porto Empedocle. All'origine di tutto c'è stato il ritardo nella fase di imbarco e la decisione del comandante di mollare gli ormeggi a causa dell'imminente arrivo di un aereo

Pamela Giacomarro

Costretti dalla prefettura a virare e rientrare in porto. Sul Sansovino, il traghetto che collega Porto Empedocle con Lampedusa e Linosa stamattina è scoppiata la protesta da parte dei passeggeri. Alla base della decisione, il mancato completamento delle operazioni di imbarco dei circa duecento migranti, sbarcati nei giorni scorsi a Lampedusa e che devono essere trasferiti. 

All’orario di partenza, previsto per 11,15, a bordo erano presenti però in 140. In previsione dell’arrivo dell’aereo - il cui atterraggio nell'aeroporto di Lampedusa non è compatibile con la presenza di navi all'interno del porto - il traghetto è stato costretto a mollare gli ormeggi alle 11,45 con mezz’ora di ritardo. Poco dopo, però, è arrivato la comunicazione da parte della capitaneria. «Dovete tornare in porto per imbarcare la sessantina di migranti rimasti a terra». L’ordine è partito dalla prefetta di Agrigento Maria Rita Cocciufa. 

A quel punto gli animi a bordo si sono surriscaldati. A protestare una cinquantina di passeggeri, tra i quali molti autotrasportatori ma anche turisti diretti a Linosa e Porto Empedocle. «Non potevano attendere il traghetto di questa sera? - dichiara a MeridioNews un camionista presente a bordo - La nave ha già accumulato due ore di ritardo. Adesso arriveremo a Porto Empedocle non prima delle 22, è vergognoso». 

Il Sansovino ha fatto rientro Lampedusa attorno alle 12,30 e, dopo aver imbarcato i migranti rimasti a terra, è ripartito alla volta di Linosa dove parecchi passeggeri sono rimasti in attesa sul molo. L’arrivo a Porto Empedocle è previsto per questa sera.

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Giustizia per Emanuele Scieri

Il paracadutista siracusano è stato trovato morto nella caserma di Pisa nel 1999. Ora si cerca di ricostruire quanto successo

Il sistema Montante

L'arresto di Antonello Montante ha scoperchiato un sistema di potere che tocca politica, forze dell'ordine, mafia e imprenditoria

Infrastrutture, Sicilia spezzata

Frane, autostrade a una carreggiata, statali interrotte. Viaggio in uno dei principali fattori del mancato sviluppo della Sicilia

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Abbonati a MeridioNews
il primo mese è gratuito

Raccontiamo il tuo quotidiano

×

Dall'8 luglio per leggere le notizie di MeridioNews chiediamo il tuo supporto. In cambio avrai accesso a tutti i contenuti, inclusi quelli speciali, senza pubblicità invasiva.

Disabilita AdBlock

Disabilita le estensioni "AdBlock" e ricarica la pagina per leggere MeridioNews