Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

Francofonte, tre arrestati per tentato omicidio
Spedizione punitiva per vendicare un affronto

Domenico Fava, già due anni fa, era stato vittima di un episodio simile. Nella casa di reclusione di Brucoli sono finiti Antonino Dimaiuta, Vincenzo Lia e Ottavio Calderone. I tre, cognati tra di loro, sono pregiudicati residenti nel centro del Siracusano

Redazione

Una spedizione punitiva organizzata per vendicare l'affronto subìto durante un diverbio. Per questo sarebbero stati sparati tre colpi d'arma da fuoco contro Domenico Fava, lo scorso giovedì 9 luglio, a Francofonte. Ieri i carabinieri hanno arrestato tre uomini ritenuti gli autori del tentato omicidio, tutti e tre pregiudicati residenti nella cittadina del Siracusano: Antonino Dimaiuta (48 anni), Vincenzo Lia (44 anni) e Ottavio Calderone (43 anni), cognati tra di loro.

Ottavio Calderone

Antonino Dimaiuta

Vincenzo Lia

Gli inquirenti hanno ricostruito che quel pomeriggio, la vittima avrebbe avuto un diverbio causato da futili motivi con uno dei tre arrestati. Un dissidio che sarebbe riconducibile all'attentato simile subito da Fava circa due anni fa per questioni di natura familiare. In quella circostanza, l'uomo era uscito miracolosamente vivo e l'autore era stato arrestato. Giovedì scorso, l'uomo è arrivato all'ospedale di Lentini ferito da colpi di arma da fuoco.

Stando a quanto emerso, uno dei tre arrestati non avrebbe sopportando il tenore delle parole utilizzate dal Fava. Così avrebbe contattato gli altri due - entrambi suoi cognati - per organizzare una spedizione punitiva. Circa due ore dopo, tutti e tre avrebbero seguito a bordo di un’auto la vittima mentre si dirigeva con una moto nelle campagne di contrada Passaneto per andare ad accudire alcuni cavalli. 

Tre colpi di arma da fuoco hanno colpito Fava in pieno al torace e di striscio alla testa e al braccio sinistro. I tre si sarebbero poi velocemente dileguati. L'attività investigativa ha permesso di ricostruire e interrompere la faida interfamiliare. I tre arrestati sono stati portati nella casa di reclusione di Brucoli

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Giustizia per Emanuele Scieri

Il paracadutista siracusano è stato trovato morto nella caserma di Pisa nel 1999. Ora si cerca di ricostruire quanto successo

Il sistema Montante

L'arresto di Antonello Montante ha scoperchiato un sistema di potere che tocca politica, forze dell'ordine, mafia e imprenditoria

Infrastrutture, Sicilia spezzata

Frane, autostrade a una carreggiata, statali interrotte. Viaggio in uno dei principali fattori del mancato sviluppo della Sicilia

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Abbonati a MeridioNews
il primo mese è gratuito

Raccontiamo il tuo quotidiano

×

Dall'8 luglio per leggere le notizie di MeridioNews chiediamo il tuo supporto. In cambio avrai accesso a tutti i contenuti, inclusi quelli speciali, senza pubblicità invasiva.

Disabilita AdBlock

Disabilita le estensioni "AdBlock" e ricarica la pagina per leggere MeridioNews