Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

Sequestrate oltre trenta piante di marijuana
Denunciate due persone a Piazza Armerina

Un cittadino di 50 anni e una donna 52enne di origine tedesca sono stati denunciati dalla polizia per coltivazione di droga. A fare la segnalazione alle forze dell'ordine è stato un cittadino infastidito da un forte odore acre. Guarda il video

Redazione

La squadra mobile della questura di Enna e il commissariato di polizia di piazza Armerina hanno deferito all’autorità giudiziaria due persone, un cittadino residente a Piazza Armerina di 50 anni e una donna di origini tedesche di 52 anni, per coltivazione di marijuana. 

Gli investigatori, dopo avere ricevuto una segnalazione da parte di un cittadino residente a Piazza Armerina per un particolare e acre odore proveniente da alcuni terreni in contrada Vallone di Calè, si sono portati in quella zona effettuando un accurato controllo nelle varie aree di campagna. Dopo un’attenta ricerca veniva individuato un lotto dove vi erano delle piante di marijuana. 

Dalle verifiche effettuate dagli agenti della polizia di Stato, è emerso che le piante, alcune alte anche più di un metro e in piena fioritura quindi con un forte principio attivo, venivano coltivate da una donna di origini tedesche che dichiarava di coltivarle per uso personale. Estese le verifiche nelle campagne circostanti, gli agenti della squadra mobile e del commissariato di Piazza Armerina hanno individuato, all’interno di un vicino terreno di proprietà di un uomo del posto, un’altra coltivazione di 13 piante di marijuana. 

Il proprietario dell’immobile, in questo caso, secondo una poco plausibile versione, disconosceva la titolarità della coltivazione, asserendo che ignoti, a sua insaputa, si erano introdotti all’interno - considerata l’assenza di recinzione - per coltivare la droga. Sul posto sono intervenuti i tecnici del gabinetto provinciale di polizia scientifica che hanno curato le analisi preliminari e la pesatura della droga, attestando la qualità dello stupefacente. 

Le piante sono state tutte sequestrate e messe a disposizione della magistratura che, dopo le fasi processuali, ne ordinerà la distruzione in apposito inceneritore. I due soggetti, condotti presso gli uffici di polizia, dopo le formalità di rito, sono stati deferiti per tali fatti alla procura della Repubblica presso il tribunale di Enna. 

(Fonte: questura di Enna)

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Giustizia per Emanuele Scieri

Il paracadutista siracusano è stato trovato morto nella caserma di Pisa nel 1999. Ora si cerca di ricostruire quanto successo

Infrastrutture, Sicilia spezzata

Frane, autostrade a una carreggiata, statali interrotte. Viaggio in uno dei principali fattori del mancato sviluppo della Sicilia

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

MeridioKids, la rubrica per i più piccoli

Un modo per creare comunità in questo periodo senza socialità. Nasce per questo MeridioKids, la rubrica di MeridioNews pensata per la quarantena di grandi e piccini. Istruttori di discipline sportive, artisti, disegnatori, animatori, pasticceri, maghi. A ognuno abbiamo chiesto di pensare un'attività o un gioco ...

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Abbonati a MeridioNews
il primo mese è gratuito

Raccontiamo il tuo quotidiano

×

Dall'8 luglio per leggere le notizie di MeridioNews chiediamo il tuo supporto. In cambio avrai accesso a tutti i contenuti, inclusi quelli speciali, senza pubblicità invasiva.

Disabilita AdBlock

Disabilita le estensioni "AdBlock" e ricarica la pagina per leggere MeridioNews