Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

Peschereccio Nuova Iside, ci sono quattro indagati
Domani i Ris esamineranno scafo della petroliera

Il peschereccio partito dal porto di Terrasini con a bordo tre uomini di equipaggio - Matteo, Vito e Giuseppe Lo Iacono - si è inabissato nella notte tra il 12 e il 13 maggio scorso. Si indaga per omicidio colposo, sommersione di nave e omesso soccorso

Pamela Giacomarro

Omicidio colposo, sommersione di nave e omesso soccorso. Queste le ipotesi di reato avanzate da parte della procura di Palermo nei confronti dei quattro indagati nell'inchiesta sull'affondamento del motopesca Nuova Iside. Gli avvisi di garanzia sono stati notificati ai due ufficiali della petroliera Vulcanello appartenente al gruppo Mednav, il comandante e un dirigente della società Augustadue

Il peschereccio partito dal porto di Terrasini con a bordo tre uomini di equipaggio - Matteo, Vito e Giuseppe Lo Iacono - si è inabissato nella notte tra il 12 e il 13 maggio scorso nel tratto di mare compreso tra la costa di San Vito Lo Capo, nel Trapanese, e l’isola di Ustica. In mano agli inquirenti ci sono i dati conservati dal sito Marine Traffic, da cui si evince che che negli istanti precedenti la tragedia la Vulvanello si trovava sulla stessa rotta del Nuova Iside. Particolare confermato dal tracciato radar e dalle indagini interne svolte proprio dalla società Augustadue

Dalle analisi effettuate sulla scatola nera della nave, è emerso inoltre che le due imbarcazioni sono entrate in contatto. L’iscrizione nel registro degli indagati è stata effettuata anche per consentire a tutte le parti interessate di potere assistere, con propri esperti, all’accertamento tecnico irripetibile che verrà effettuato domani mattina dai Ris sulla petroliera, sequestrata e attualmente ormeggiata al porto di Augusta

Il reparto speciale procederà all’esame dello scafo, anche sotto il livello del mare per verificare la presenza o meno di elementi utili alle indagini. Frattanto, proseguono le ricerche del relitto del motopesca e del corpo di Vito Lo Iacono, di 26 anni. Il mare nelle scorse settimane aveva restituito i cadaveri di Matteo e Giuseppe, individuati a poche miglia dall'isola di Ustica.

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Giustizia per Emanuele Scieri

Il paracadutista siracusano è stato trovato morto nella caserma di Pisa nel 1999. Ora si cerca di ricostruire quanto successo

Infrastrutture, Sicilia spezzata

Frane, autostrade a una carreggiata, statali interrotte. Viaggio in uno dei principali fattori del mancato sviluppo della Sicilia

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

MeridioKids, la rubrica per i più piccoli

Un modo per creare comunità in questo periodo senza socialità. Nasce per questo MeridioKids, la rubrica di MeridioNews pensata per la quarantena di grandi e piccini. Istruttori di discipline sportive, artisti, disegnatori, animatori, pasticceri, maghi. A ognuno abbiamo chiesto di pensare un'attività o un gioco ...

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Abbonati a MeridioNews
il primo mese è gratuito

Raccontiamo il tuo quotidiano

×

Dall'8 luglio per leggere le notizie di MeridioNews chiediamo il tuo supporto. In cambio avrai accesso a tutti i contenuti, inclusi quelli speciali, senza pubblicità invasiva.

Disabilita AdBlock

Disabilita le estensioni "AdBlock" e ricarica la pagina per leggere MeridioNews