Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

Dieci funzionari Urega furbetti del cartellino, sospesi
Assenti dagli uffici anche per cinque ore su turni da sei

A fare la spesa, in banca, dal fruttivendolo, al tabacchino o anche a gironzolare per le vie cittadine. Ovunque, mentre avrebbero dovuto essere a lavoro. Non solo assenti, ma anche inoperosi: filmati spesso a stazionare nei corridoi dello stabile. Guarda il video

Redazione

Dieci funzionari dell'ufficio regionale gare di appalto (Urega) del servizio territoriale di Caltanissetta sono stati sospesi dall'esercizio di pubblico ufficio da sei mesi a un anno per l'ipotesi di truffa aggravata e di false attestazioni o certificazioni relativamente alle presenze in servizio. 

L’attività di indagine denominata Ghost, condotta dai militari della guardia di finanza di Caltanissetta con appostamenti, pedinamenti, riprese video-fotografiche e riscontri documentali, ha consentito di ricostruire il quadro della situazione. Nello specifico, è stato rilevato che gli indagati, dopo avere timbrato o avere fatto timbrare il badge da colleghi compiacenti , anziché dedicarsi alle mansioni loro demandate, si sarebbero allontanati in modo sistematico e consuetudinario dal luogo di lavoro per girovagare per le vie cittadine, andare in banca, fare la spesa o dedicarsi ad altre esigenze personali. 

L’assenza dagli uffici si sarebbe protratta anche per quattro-cinque ore su un turno di servizio della durata di sei ore . In altri casi, in un contesto di generale complicità, per attestare falsamente gli orari di servizio sarebbe stato asserito il mancato funzionamento dell’apparecchiatura marcatempo, altri avrebbero invece dichiarato di avere dimenticato il badge. 

Oltre all’assenza ingiustificata e reiterata dal posto di lavoro, l’attività di indagine ha permesso di riscontrare anche l’inoperosità di buona parte dei dipendenti che, in varie occasioni e per diverso tempo, sono stati filmati a stazionare nei corridoi dello stabile. A conclusione dell'indagine, durata circa un anno, adesso verranno quantificate le retribuzioni percepite indebitamente dai funzionari, la cui posizione sarà segnalata alla Corte dei Conti per il recupero. 

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Il sistema Montante

L'arresto di Antonello Montante ha scoperchiato un sistema di potere che tocca politica, forze dell'ordine, mafia e imprenditoria

Giustizia per Emanuele Scieri

Il paracadutista siracusano è stato trovato morto nella caserma di Pisa nel 1999. Ora si cerca di ricostruire quanto successo

Infrastrutture, Sicilia spezzata

Frane, autostrade a una carreggiata, statali interrotte. Viaggio in uno dei principali fattori del mancato sviluppo della Sicilia

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Abbonati a MeridioNews
il primo mese è gratuito

Raccontiamo il tuo quotidiano

×

Dall'8 luglio per leggere le notizie di MeridioNews chiediamo il tuo supporto. In cambio avrai accesso a tutti i contenuti, inclusi quelli speciali, senza pubblicità invasiva.

Disabilita AdBlock

Disabilita le estensioni "AdBlock" e ricarica la pagina per leggere MeridioNews