Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

Aeroporti, Comiso e Trapani esclusi dal decreto Mit
Cancelleri: «Ritardi nelle richieste, possono riaprire»

Il viceministro ha chiarito che l'assenza del Pio La Torre e di Birgi dalla lista degli scali autorizzati a ripartire con l'avvio della fase 3 è addebitabile soltanto a un disguido. «Ho chiamato personalmente il presidente di Enac», dichiara

Redazione

Solo un falso allarme. La riapertura degli aeroporti di Comiso e Trapani non è messa in discussione. A sedare le polemiche seguite al decreto del ministero dei Trasporti, in cui non compaiono gli scali minori siciliani tra quelli che hanno il via libera per ripartire, è Giancarlo Cancelleri, il numero due del dicastero retto da Paola De Micheli

«Mi sono voluto accertare personalmente - dichiara il viceministro del Movimento 5 stelle -. Ho sentito i presidenti delle società che gestiscono i due aeroporti siciliani, rispettivamente Mistretta per la Soaco di Comiso e Ombra per l’Airgest di Trapani, e li ho rassicurati della riapertura secondo le loro necessità». Cancelleri ha assicurato che da Comiso e Trapani si potrà tornare a volare a partire dal 21 giugno

All'origine del disguido ci sarebbero stati i ritardi nell'invio della richiesta per volare da parte delle società che gestiscono gli scali. Quantomeno questo sarebbe il caso di Trapani Birgi. «Airgest ha mandato la richiesta a Enac, atto fondamentale per poter riaprire, solo stamattina», ha detto Cancelleri. Che poi ha aggiunto di avere contattato direttamente il presidente dell'ente nazionale per l'aviazione civile Nicola Zaccheo. «Non solo mi ha rassicurato che non vi è nessun motivo per non accogliere le richieste e poter consentire ai due aeroporti di riprendere le attività, ma ha anche chiarito che per nessun motivo si vogliono lasciar chiusi i due scali», ha concluso Cancelleri.

Stamattina, l'ipotesi di una chiusura fino a luglio dei due scali aveva suscitato le proteste dal fronte politico e dei sindacati. Gli aeroporti di Comiso e Trapani sono peraltro quelli interessati dai fondi - quasi 50 milioni nel complesso - destinati alla continuità territoriale. In entrambi i casi i bandi rivolti alle compagnie dovrebbero partire a settembre.

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Giustizia per Emanuele Scieri

Il paracadutista siracusano è stato trovato morto nella caserma di Pisa nel 1999. Ora si cerca di ricostruire quanto successo

Il sistema Montante

L'arresto di Antonello Montante ha scoperchiato un sistema di potere che tocca politica, forze dell'ordine, mafia e imprenditoria

Infrastrutture, Sicilia spezzata

Frane, autostrade a una carreggiata, statali interrotte. Viaggio in uno dei principali fattori del mancato sviluppo della Sicilia

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×