Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

Gela, 13enne cade dalla bicicletta elettrica e muore
Avrebbe perso l'equilibrio mentre stava impennando

Il ragazzino è morto dopo avere sbattuto violentemente la testa sull'asfalto. Angelo Giovane è arrivato in gravi condizioni, i medici hanno provato a rianimarlo ma non c'è stato nulla da fare. Sull'incidente adesso indagano gli agenti della polizia municipale

Jerry Italia

Foto di: Jerry Italia

Foto di: Jerry Italia

Un ragazzino di 13 anni, Angelo Giovane, è morto dopo avere sbattuto la testa sull'asfalto. L'incidente è accaduto nel primo pomeriggio di oggi, intorno alle 14.30, a Gela. Il ragazzino in sella alla sua bicicletta elettrica si trovava in via Recanati quando, stando a quanto ricostruito finora, nel lungo rettilineo che porta fino allo stadio comunale, avrebbe impennato con la bici. Perso l'equilibrio sarebbe caduto a terra battendo violentemente la testa. 

Portato in ospedale a bordo di una ambulanza il ragazzo era già in gravi condizioni, i medici hanno tentato di rianimarlo ma per Angelo non c'è stato nulla da fare. Studente all'istituto comprensivo Don Milani, il ragazzino era anche un grande appassionato di moni-moto e di bici elettriche. Sull'incidente, avvenuto nella parallela di via Venezia, indagano gli agenti della polizia municipale per ricostruire la dinamica e i motivi che hanno portato alla caduta.

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Il sistema Montante

L'arresto di Antonello Montante ha scoperchiato un sistema di potere che tocca politica, forze dell'ordine, mafia e imprenditoria

Giustizia per Emanuele Scieri

Il paracadutista siracusano è stato trovato morto nella caserma di Pisa nel 1999. Ora si cerca di ricostruire quanto successo

Infrastrutture, Sicilia spezzata

Frane, autostrade a una carreggiata, statali interrotte. Viaggio in uno dei principali fattori del mancato sviluppo della Sicilia

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Abbonati a MeridioNews
il primo mese è gratuito

Raccontiamo il tuo quotidiano

×

Dall'8 luglio per leggere le notizie di MeridioNews chiediamo il tuo supporto. In cambio avrai accesso a tutti i contenuti, inclusi quelli speciali, senza pubblicità invasiva.

Disabilita AdBlock

Disabilita le estensioni "AdBlock" e ricarica la pagina per leggere MeridioNews