Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

Alcamo, continua il rogo sul monte Bonifato
Ipotesi dolosa, in azione canadair e pompieri

Le fiamme sono partite ieri. Nonostante le operazioni di spegnimento siano andate avanti per tutta la notte, in mattinata l'incendio è ripreso. Appello di Libera: «Bisogna intervenire in vista della stagione estiva». Guarda le foto

Emanuel Butticè

Un vasto incendio si è sviluppato ieri pomeriggio intorno alle 17 sul monte Bonifato di Alcamo. Le fiamme, alimentate dal vento, in poco tempo si sono estese su più fronti e hanno messo in difficoltà i soccorritori. Sul posto diverse squadre del vigili del fuoco del locale distaccamento, gli uomini del Corpo forestale con il supporto della Croce Rossa Italiana e dell’associazione di Protezione Civile locale Fire Rescue. Nonostante l'intervento di spegnimento durato per tutta la notte, questa mattina l'incendio è ripartito sul versante est, in contrada Tre Noci, nella zona bassa del monte. In azione anche i canadair.

La zona interessata dalle fiamme è vicina a quella della riserva già devastata nel 2012 da un altro rogo. Ieri, canadair e personale a terra hanno evitato che l’incendio si propagasse anche nella zona abitata, in quella degli scavi archeologici e in cima, dove sono presenti diverse antenne, oltre al Santuario di Maria Santissima Dell'Alto. Al momento sono ancora da accertare le cause che hanno generato l’ennesimo danno ambientale sul monte Bonifato, ma si fa strada la pista dei piromani.

Il presidio di Libera Alcamo, da anni impegnato con iniziative sociali sul monte, ha invitato le istituzioni e i cittadini a porre la massima attenzione e cura ai beni comuni presenti sul nostro territorio. «La questione degli incendi sul Monte Bonifato, ma anche su altri luoghi limitrofi, come lo Zingaro e il Monte Inici, è una piaga costante che si ripete anno dopo anno nei nostri territori - dichiara il referente Marcello Contento a MeridioNews - In previsione della stagione estiva, la più pericolosa da questo punto di vista, chiediamo alle istituzioni locali di prendere tutte le misure preventive necessarie (viali parafuoco, vigilanza ecc…) in modo da evitare il peggio. Inoltre, siamo consapevoli che non possono bastare solamente delle misure preventive ma occorre fare prevenzione culturale tra i cittadini per riscoprire la bellezza dei beni comuni. Vedere in fiamme il Monte Bonifato è un pugno allo stomaco».

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Giustizia per Emanuele Scieri

Il paracadutista siracusano è stato trovato morto nella caserma di Pisa nel 1999. Ora si cerca di ricostruire quanto successo

Il sistema Montante

L'arresto di Antonello Montante ha scoperchiato un sistema di potere che tocca politica, forze dell'ordine, mafia e imprenditoria

Infrastrutture, Sicilia spezzata

Frane, autostrade a una carreggiata, statali interrotte. Viaggio in uno dei principali fattori del mancato sviluppo della Sicilia

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×