Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

Ars, De Domenico entra in commissione Antimafia
Scelto dal Pd per sostituire l'indagato Giuseppe Lupo

Il deputato messinese, che a novembre 2019 è stato dichiarato ineleggibile (ma ha fatto ricorso), prende il posto del capogruppo dem autosospesosi dall'organismo parlamentare in seguito all'inchiesta per corruzione che coinvolge Walter Virga

Simone Olivelli

Foto di: Messina Magazine

Foto di: Messina Magazine

Il Partito democratico torna a sedere in commissione regionale Antimafia. I dem hanno scelto Franco De Domenico per occupare il posto che per buona parte della legislatura è stato di Giuseppe Lupo, sospesosi dall'organismo parlamentare guidato da Claudio Fava dopo il coinvolgimento, l'anno scorso, nell'indagine per corruzione - nata da un filone del caso Saguto - che ha interessato anche l'amministratore giudiziario Walter Virga.

«Oggi inizia un nuovo impegno. Ci sarà da lavorare tanto, specie nel settore della sanità - si legge in una nota di De Domenico - Ringrazio tutti i componenti per la calorosa accoglienza. Mi auguro di poter dare un utile contributo alla nostra terra in questo delicato incarico, mettendo a disposizione le mie competenze». De Domenico, 58 anni, è stato eletto nel 2017 nel collegio di Messina. La sua elezione, tuttavia, è stata inficiata a metà novembre da una sentenza del tribunale civile di Palermo che ne è ha decretato l'ineleggibilità, per via dell'incarico di direttore generale dell'Università di Messina che deteneva al momento dell'accettazione della candidatura. Il pronunciamento, però, è stato congelato dal ricorso che De Domenico ha presentato e che tutt'ora è pendente. Spettatore interessato l'ex deputato regionale e attuale sindaco di Brolo Pippo Laccoto, transitato dal Pd a Italia Viva. 

Intanto per De Domenico il debutto in Antimafia potrebbe avvenire con l'avvio delle audizioni che a giugno la commissione dovrebbe avviare per ricostruire quanto accaduto negli ultimi anni nel settore sanitario. Un mondo che ha fatto gola a molti, come emerso dalla recente inchiesta che ha portato all'aresto, tra gli altri, del direttore dell'Asp di Trapani Fabio Damiani e dell'ex manager dell'Asp 6 di Palermo Antonino Candela

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Il sistema Montante

L'arresto di Antonello Montante ha scoperchiato un sistema di potere che tocca politica, forze dell'ordine, mafia e imprenditoria

Giustizia per Emanuele Scieri

Il paracadutista siracusano è stato trovato morto nella caserma di Pisa nel 1999. Ora si cerca di ricostruire quanto successo

Infrastrutture, Sicilia spezzata

Frane, autostrade a una carreggiata, statali interrotte. Viaggio in uno dei principali fattori del mancato sviluppo della Sicilia

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Abbonati a MeridioNews
il primo mese è gratuito

Raccontiamo il tuo quotidiano

×

Dall'8 luglio per leggere le notizie di MeridioNews chiediamo il tuo supporto. In cambio avrai accesso a tutti i contenuti, inclusi quelli speciali, senza pubblicità invasiva.

Disabilita AdBlock

Disabilita le estensioni "AdBlock" e ricarica la pagina per leggere MeridioNews