Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

Messina, la protesta degli autotrasportatori al porto 
«Esasperati, non possiamo aspettare per imbarcarci»

Un tir ha impedito l'accesso all'approdo per diverse ore. «Qui ci sono flussi continui di veicoli e di camion e i traghetti dovrebbero essere come una continuità della strada», spiega a MeridioNews il presidente dell'Aia Giuseppe Richichi. Guarda le foto

Simona Arena

Non era stata preannunciata e non era scattato alcuno stato di agitazione. È stata una protesta inaspettata quella scattata ieri sera che ha paralizzato il porto di Tremestieri a Messina per molte ore con code chilometriche di mezzi pesanti fino a Roccalumera. Un modo per gli autotrasportatori per fare emergere i tanti disagi vissuti in questi mesi di emergenza dovuta al coronavirus

Il blocco è scattato intorno alle 21, quando un grosso tir è stato posizionato di traverso per impedire l’accesso all’approdo sud dell'infrastruttura. In pochi minuti, la chiocciola si è congestionata e si sono create inevitabili file di tir lungo l’autostrada Messina-Catania, fino al casello di Roccalumera. Sul posto si è reso necessario anche l’intervento delle forze dell’ordine e della polizia municipale per riportare alla calma la protesta.

«Una situazione che è figlia dell’esasperazione - ha detto il presidente dell’Aia Giuseppe Richichi - Qui c’è gente che guida per nove ore di fila e non può permettersi di aspettare ancora del tempo prima di imbarcarsi». Una situazione particolare quella del porto di Messina dove, a differenza di altri porti d'Italia, «ci sono flussi continui di veicoli e di camion e i traghetti dovrebbero essere come una continuità della strada, il sostituto di un ponte». Altro motivo per cui a Messina si è arrivati alla protesta è la differenza con le tratte delle navi che fanno la lunga percorrenza «in quel caso - precisa Richichi - imbarchiamo spesso solo il semirimorchio senza autista».

A mediare con gli autotrasportatori è stato il vicesindaco di Messina Salvatore Mondello insieme agli agenti della Digos. Alla fine ha prevalso il buon senso e, poco prima della mezzanotte, il blocco è stato rimosso e il traffico ha cominciato a defluire verso le navi bidirezionali. A disapprovare quanto successo ieri notte, invece, è il segretario Fast Confsal porti e navigazione Sicilia Nino Di Mento. «Pur comprendendo le ragioni e le richieste della categoria degli autotrasportatori e ritenendole ampiamente giustificate, da parte nostra non possiamo accettare né avallare il metodo adottato perché viola ogni regola civica e istituzionale della contrattazione». 

I ritmi frenetici di questi mesi hanno messo e continuano a mettere a dura prova pure il personale portuale e marittimo. «Hanno svolto e svolgono il loro lavoro sotto pressione e in condizioni critiche di tensione e stress - continua il sindacalista - Sono loro i primi ad avvertire tutta l'insoddisfazione degli autotrasportatori», conclude Di Mento.

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Giustizia per Emanuele Scieri

Il paracadutista siracusano è stato trovato morto nella caserma di Pisa nel 1999. Ora si cerca di ricostruire quanto successo

Il sistema Montante

L'arresto di Antonello Montante ha scoperchiato un sistema di potere che tocca politica, forze dell'ordine, mafia e imprenditoria

Infrastrutture, Sicilia spezzata

Frane, autostrade a una carreggiata, statali interrotte. Viaggio in uno dei principali fattori del mancato sviluppo della Sicilia

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×