Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

«Dimenticata la paura, temo si debba tornare indietro»
Timori di Musumeci dopo la folla alla Vucciria di Palermo

«Non vorrei assolutamente farlo, ma se queste scene si dovessero ripetere sarò costretto ad adottare provvedimenti». Sono dure le parole del presidente della Regione Siciliana dopo gli assembramenti nella zona della movida del capoluogo

Redazione

Foto di: Radio amica

Foto di: Radio amica

«Da cittadino sono fortemente preoccupato, da governatore temo che si debba necessariamente tornare indietro. Non vorrei assolutamente farlo, ma se queste scene si dovessero ripetere nelle prossime giornate sarò costretto ad adottare provvedimenti». Sono dure le parole che ha usato il presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci commentando, durante la trasmissione Pomeriggio 5, le immagini della movida alla Vucciria di Palermo con molti giovani in strada senza mascherine e senza il rispetto della distanza di sicurezza imposti dalla pandemia Covid-19.

«Come siciliani siamo stati bravi, ma abbiamo dimenticato la paura di quando vedevamo a Bergamo i camion dei militari stracolmi di bare - ha continuato il governatore - Siccome in Sicilia non abbiamo avuto i morti a bordo delle strade, oggi siamo convinti che sia finito tutto. E non è possibile». Con l'inizio di quella che è stata definita la fase 2b del coronavirus, nei luoghi della movida del capoluogo regionale sono iniziati dei veri e propri assembramenti

«A quei ragazzi disinvolti tra la folla - ha aggiunto Musumeci - avrei voluto fare vedere quello che ho visto con i miei occhi nei reparti di Terapia intensiva: giovani ricoverati, su quei letti. E a me, da padre, veniva da piangere». Sull'isola i dati del contagio della pandemia continuano a mantenere un trend piuttosto positivo: aumentano i guariti e diminuiscono i ricoveri. «Possiamo lo stesso goderci la ricreazione - ha osservato il presidente - il piacere di bere una birra o di assaporare una granita o un gelato. Ma facciamolo guardandoci attorno, e se c'è confusione ci spostiamo in un'altra strada». 

Dopo l'assembramento alla Vucciria, anche il sindaco di Palermo Leoluca Orlando aveva ammonito i suoi concittadini e minacciato di fare passi indietro rispetto alla riaperture degli ultimi giorni. «Mi auguro di non essere costretto a chiudere alcune zone della città, dipende dal comportamento di tutti e di ciascuno». Parole dure che il primo cittadino aveva pronunciato in un video realizzato davanti alla cattedrale. «Bisogna smetterla - ha continuato il sindaco nel suo messaggio - come si fa in alcune ore della sera, di fare passeggiate inutili tutti nella stessa strada finendo per creare le condizioni per un danno irreparabile a una ripresa lenta ma necessaria. La città è larga e c'è spazio per poter passeggiare ovunque. Nessuno può giocare con la salute degli altri, la salute pubblica prima di tutto».

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Infrastrutture, Sicilia spezzata

Frane, autostrade a una carreggiata, statali interrotte. Viaggio in uno dei principali fattori del mancato sviluppo della Sicilia

Giustizia per Emanuele Scieri

Il paracadutista siracusano è stato trovato morto nella caserma di Pisa nel 1999. Ora si cerca di ricostruire quanto successo

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

MeridioKids, la rubrica per i più piccoli

Un modo per creare comunità in questo periodo senza socialità. Nasce per questo MeridioKids, la rubrica di MeridioNews pensata per la quarantena di grandi e piccini. Istruttori di discipline sportive, artisti, disegnatori, animatori, pasticceri, maghi. A ognuno abbiamo chiesto di pensare un'attività o un gioco ...

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Abbonati a MeridioNews
il primo mese è gratuito

Raccontiamo il tuo quotidiano

×

Dall'8 luglio per leggere le notizie di MeridioNews chiediamo il tuo supporto. In cambio avrai accesso a tutti i contenuti, inclusi quelli speciali, senza pubblicità invasiva.

Disabilita AdBlock

Disabilita le estensioni "AdBlock" e ricarica la pagina per leggere MeridioNews