Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

Troina, nuovo sequestro antimafia per Salvatore Barbera
Dopo i terreni e i fabbricati, sigilli a diverse auto di lusso

A dicembre la Guardia di finanza aveva messo sigilli su un patrimonio da 200mila euro. Adesso si aggiungono numerose macchine. Nel mirino delle Fiamme gialle anche un altro imprenditore di Regalbuto coinvolto nel processo Iblis

Redazione

Nuovo sequestro di beni per Salvatore Barbera, 50 anni, detto Pippo u randazzisi, imprenditore di Troina attualmente in carcere per reati di mafia e già destinatario di ordinanza di custodia cautelare in carcere nell’ambito dell’operazione denominata Discovery 2 e condannato a 13 anni per far parte di Cosa Nostra a Troina, legata al clan catanese Santapaola. La sentenza d'Appello è arrivata a fine 2019.

A dicembre gli erano stati sequestrati 19 appezzamenti di terreno e quattro fabbricati, tra cui una chiesetta sconsacrata del '500  usata come deposito per ricettazione, per un valore di 200mila euro. Adesso la Guardia di finanza ha messo i sigilli anche su numerose auto, tra cui spiccano due Mercedes e un’Alfa Giulia di apprezzabile valore storico, oltre a un fuoristrada e un mezzo furgonato.

Sempre nell’ambito delle attività di prevenzione antimafia condotta dai Finanzieri del Comando Provinciale di Enna, è stata esaminata la posizione di un sorvegliato di Reglabuto 66enne già condannato per associazione di stampo mafioso, M.S., coinvolto nel processo Iblis e per dieci anni soggetto all’obbligo di comunicare al competente Nucleo di Polizia Economico - Finanziaria della Guardia di Finanza tutte le variazioni che intervengono nel proprio patrimonio.

È stato constatato che l'uomo ha eseguito «una serie di improvvide operazioni immobiliari per oltre 600mila euro omettendo di darne comunicazione». Per questi beni - 7 appartamenti, 2 locali commerciali, 2 autorimesse, 2 fabbricati a destinazione produttiva, 133 ettari di terreno e 5 fabbricati rurali, oltre a liquidità bancarie per 51mila euro - è stato disposto dal Tribunale di Enna il sequestro preventivo finalizzato alla confisca.

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Infrastrutture, Sicilia spezzata

Frane, autostrade a una carreggiata, statali interrotte. Viaggio in uno dei principali fattori del mancato sviluppo della Sicilia

Giustizia per Emanuele Scieri

Il paracadutista siracusano è stato trovato morto nella caserma di Pisa nel 1999. Ora si cerca di ricostruire quanto successo

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

MeridioKids, la rubrica per i più piccoli

Un modo per creare comunità in questo periodo senza socialità. Nasce per questo MeridioKids, la rubrica di MeridioNews pensata per la quarantena di grandi e piccini. Istruttori di discipline sportive, artisti, disegnatori, animatori, pasticceri, maghi. A ognuno abbiamo chiesto di pensare un'attività o un gioco ...

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Abbonati a MeridioNews
il primo mese è gratuito

Raccontiamo il tuo quotidiano

×

Dall'8 luglio per leggere le notizie di MeridioNews chiediamo il tuo supporto. In cambio avrai accesso a tutti i contenuti, inclusi quelli speciali, senza pubblicità invasiva.

Disabilita AdBlock

Disabilita le estensioni "AdBlock" e ricarica la pagina per leggere MeridioNews