Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

Ispica, esplode una cabina elettrica in un cantiere
Scoppio sarebbe dovuto a pioggia e cavi scoperti

Tanta paura, ma non ci sono feriti nel centro del Ragusano. Un video ha ripreso le fiamme divampare in seguito a una serie di deflagrazioni. Il cantiere in cui si è verificato l'incidente è privato e chiuso. Guarda il video

Valentina Frasca

Sarebbe stata la pioggia battente delle ultime ore la causa delle esplosioni che si sono verificate nel primo pomeriggio all'interno di un cantiere privato, a Ispica. Forse alcuni cavi non erano stati isolati e coperti bene.

Una serie di deflagrazioni ha innescato le fiamme. Tanta la paura per i residenti della zona, ma per fortuna non si registrano feriti anche perchè il cantiere era vuoto e chiuso. Sul posto, una volta scattato l'allarme, sono arrivati i vigili del fuoco, la polizia municipale e i tecnici dell'Enel, che hanno messo la zona in sicurezza.

Per la giornata odierna la protezione civile aveva diramato in Sicilia l'allerta arancione, ma già da domani la situazione dovrebbe migliorare anche se le piogge dovrebbero continuare fino a domenica. In provincia di Ragusa oggi le criticità maggiori si sono registrate nel versante modicano, a causa di garage e scantinati allagati, cartelloni e alberi divelti.

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Giustizia per Emanuele Scieri

Il paracadutista siracusano è stato trovato morto nella caserma di Pisa nel 1999. Ora si cerca di ricostruire quanto successo

Il sistema Montante

L'arresto di Antonello Montante ha scoperchiato un sistema di potere che tocca politica, forze dell'ordine, mafia e imprenditoria

Infrastrutture, Sicilia spezzata

Frane, autostrade a una carreggiata, statali interrotte. Viaggio in uno dei principali fattori del mancato sviluppo della Sicilia

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×