Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

Messina, i passi avanti per dire addio alle baraccopoli
Riprese demolizioni. Si cercano risorse per altre case

Ieri sono ripartite le attività per abbattere le strutture fatiscenti di via D'Arrigo. Finora sono 196 i nuclei familiari che sono entrati in possesso di veri appartamenti. Il percorso prosegue e presto potrebbe incrociare un aiuto dalla Regione

Simona Arena

Foto di: pagina facebook marco falcone

Foto di: pagina facebook marco falcone

Le ruspe oggi hanno abbattuto le case di via D’Arrigo a Messina. Un mese esatto dopo che sono state consegnate le nuove case alle 32 famiglie che ci abitavano. Si procede a tappe spedite nell’azione di risanamento avviata dall’amministrazione De Luca, che ha permesso a 196 nuclei familiari di abitare in case degne di questo nome, abbandonando una volta per tutte le baracche. Una crociata che il primo cittadino di Messina si è intestato ad agosto del 2018 e che, pur non rispettando l’indicazione iniziale che voleva tutti fuori dalle baracche ad ottobre dello stesso anno, ha comunque fatto più di quanto non era stato fatto negli ultimi 30 anni. Ovvero dalla legge 10 del ‘90 con la quale la Regione aveva destinato 500milioni di lire per il risanamento

Abbonati a MeridioNews per continuare a leggere l'articolo

È gratis per i primi 30 giorni

Un piccolo sostegno a fronte di un grande lavoro: per leggere il giornale, dopo 3 contenuti gratuiti, ti chiediamo un contributo. In cambio non vedrai pubblicità invasiva e potrai scoprire tutti i nostri approfondimenti esclusivi.

Accedi

Flashnews

Tutte le Flash

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Infrastrutture, Sicilia spezzata

Frane, autostrade a una carreggiata, statali interrotte. Viaggio in uno dei principali fattori del mancato sviluppo della Sicilia

Nebrodi, tra mafia e rilancio

È il polmone verde più grande della Sicilia. Ma anche il luogo dove una criminalità violenta ha regnato incontrastata per anni

Muos, l'eco mostro di Niscemi

Contro l'impianto della base Usa di Niscemi, da anni si battono comitati, associazioni e cittadini

Giustizia per Emanuele Scieri

Il paracadutista siracusano è stato trovato morto nella caserma di Pisa nel 1999. Ora si cerca di ricostruire quanto successo

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Abbonati a MeridioNews
il primo mese è gratuito

Raccontiamo il tuo quotidiano

×

Dall'8 luglio per leggere le notizie di MeridioNews chiediamo il tuo supporto. In cambio avrai accesso a tutti i contenuti, inclusi quelli speciali, senza pubblicità invasiva.

Disabilita AdBlock

Disabilita le estensioni "AdBlock" e ricarica la pagina per leggere MeridioNews