Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

Serie C, pari a reti inviolate per la Sicula Leonzio
Il Catania al Massimino divide la posta col Potenza

I bianconeri fermano la Paganese in trasferta sullo 0-0 dopo il ritorno di mister Grieco in panchina (al posto dell’esonerato Bucaro). I rossazzurri invece vanno sotto con i lucani ma recuperano: al vantaggio di Ferri Marini risponde Curiale su rigore

Luca Di Noto

Foto di: pagina Facebook Sicula Leonzio

Foto di: pagina Facebook Sicula Leonzio

Si è giocata la 22esima giornata del campionato di serie C, girone C. A scendere in campo entrambe le squadre siciliane, che hanno chiuso il pomeriggio con un bilancio di due pareggi. Al Massimino il Catania impatta per 1-1 con il Potenza di mister Raffaele: per i rossazzurri un punticino che vale il settimo posto a quota 30 punti, ma il distacco dalle prime della classe (Reggina, Bari e Ternana in primis) continua a crescere. La Sicula Leonzio, dopo il ritorno in panchina di mister Grieco al posto di Bucaro, ferma invece sullo 0-0 la Paganese sull’ostico campo dei campani. I bianconeri restano al penultimo posto con 12 punti, ma accorciano il gap da Bisceglie e Rende - adesso distanti soltanto due lunghezze - che precedono i siciliani in classifica.

Al Massimino parte bene il Catania, subito propositivo in avanti. La squadra di mister Lucarelli cerca di colpire nei primi minuti con Barisic e Calapai, ma proprio un errore dell’esterno difensivo, al quarto d’ora, consente a Ferri Marini di appoggiare comodamente in rete e portare in vantaggio i lucani. La reazione degli etnei è immediata, ma i tentativi di Barisic e Biagianti sono imprecisi. L’episodio che consente al Catania di trovare il pareggio arriva poco dopo la mezz’ora, con rigore concesso per fallo di mano di Giosa e trasformato da Curiale. Nella ripresa, ospiti pericolosi per due volte con Coccia, fermato in un’occasione dall’intervento di Furlan. Poi i rossazzurri cercano il gol soprattutto con il neo entrato Sarno, la cui conclusione è deviata in corner da Ioime. Nel finale, chance per Curcio su cross di Di Molfetta, ma il colpo di testa del nuovo arrivato termina di poco alto.

Al Marcello Torre, dopo il nuovo ribaltone in panchina che ha visto il ritorno di mister Grieco, la Sicula Leonzio conquista un punticino che fa morale contro la Paganese. Avvio a ritmi bassi e fase di studio che dura quasi la metà della prima frazione di gioco,senza occasioni da gol. Questo il copione fino al 24’, quando gli ospiti vanno vicini al gol con Sabatino, la cui conclusione sfiora la traversa. Due minuti dopo, padroni di casa pericolosi con Diop, che però non approfitta di testa dell’uscita non impeccabile di Adamonis. Si va al riposo a reti bianche e il copione non cambia neppure nella ripresa, con i siciliani che abbassano leggermente il baricentro ma si rendono pericolosissimi al 65’: sugli sviluppi di un corner, colpo di testa di Sosa e grande riflesso di Baiocco che gli nega il gol. Gli azzurrostellati rispondono poco dopo, ma anche stavolta Diop, in scivolata, non riesce a imprimere la forza giusta al pallone. I bianconeri attaccano a testa bassa alla ricerca del gol, ma al triplice fischio il risultato è ancora quello di 0-0.

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Giustizia per Emanuele Scieri

Il paracadutista siracusano è stato trovato morto nella caserma di Pisa nel 1999. Ora si cerca di ricostruire quanto successo

Il sistema Montante

L'arresto di Antonello Montante ha scoperchiato un sistema di potere che tocca politica, forze dell'ordine, mafia e imprenditoria

Infrastrutture, Sicilia spezzata

Frane, autostrade a una carreggiata, statali interrotte. Viaggio in uno dei principali fattori del mancato sviluppo della Sicilia

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×