Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

Tennis, niente scudetto per il Ct Vela Messina
Il tricolore va a Vigevano, decisivo il doppio

Nella finale scudetto di serie A1, la squadra peloritana cade contro Selva Alta Vigevano. I lombardi si impongono 4-3: decisivo il doppio di spareggio. Il presidente Barbera: «L’anno prossimo torneremo in finale per vincere»

Luca Di Noto

Foto di: federtennis.it

Foto di: federtennis.it

Resta un tabù lo scudetto del tennis per la Sicilia. Quindici anni dopo Palermo, anche il Ct Vela di Messina cade in finale e deve accontentarsi così del secondo posto in Italia. I peloritani se non altro sono la vera e propria rivelazione del massimo campionato a squadre. Nelle finali giocate a Lucca, Selva Alta Vigevano si impone per 4-3 vincendo il doppio di spareggio con Antoine Hoang e Filippo Baldi, che hanno battuto per 6-4 6-2 Marco Trungelliti e il sedicenne Giorgio Tabacco.

Nella giornata di sabato un successo a testa per le due squadre: Messina in vantaggio grazie a Giorgio Tabacco che ha battuto per 6-2 6-4 Dadda, mentre i lombardi si riportano in parità grazie al successo di Hoang su Salvatore Caruso con un doppio 6-4. La domenica non cambia il sostanziale equilibrio tra le due compagini: prima Marcora batte Fausto Tabacco 6-1 6-4 portando avanti Selva Alta, poi in tre set Marco Trungelliti batte Baldi e ristabilisce la parità.

Due i doppi pomeridiani e anche qui si registra un successo a testa. Prima Baldi e Hoang battono Fausto e Giorgio Tabacco per 6-2 7-5, poi Messina trova il 3-3 grazie al successo di Caruso e Marco Trungelliti su Marcora e Dadda. Si rende così necessario il doppio di spareggio, che decreterà chi si aggiudica il tricolore e chi si dovrà accontentare del secondo posto. Vigevano ha la meglio con il punteggio di 6-4 6-2 e può così festeggiare il suo primo scudetto.

Al termine del confronto, il presidente del Ct Vela Messina Antonio Barbera si è complimentato con l’organizzazione e con i suoi tennisti: «La città di Lucca ci ha ospitato in questi tre giorni bellissimi, ringrazio chi ha curato ogni dettaglio. Onore ai vincitori e complimenti a loro. È stato un momento di sport intenso, simile a quello che avevamo già vissuto l’anno scorso. Ringrazio quindi i miei splendidi ragazzi». Dopodiché, sguardo rivolto già alla prossima stagione con una promessa: «Lavoreremo alacremente per tornare in finale. Magari l’anno prossimo il risultato sarà diverso e saremo noi ad aggiudicarci il tricolore».

Flashnews

Tutte le Flash

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Infrastrutture, Sicilia spezzata

Frane, autostrade a una carreggiata, statali interrotte. Viaggio in uno dei principali fattori del mancato sviluppo della Sicilia

Nebrodi, tra mafia e rilancio

È il polmone verde più grande della Sicilia. Ma anche il luogo dove una criminalità violenta ha regnato incontrastata per anni

Muos, l'eco mostro di Niscemi

Contro l'impianto della base Usa di Niscemi, da anni si battono comitati, associazioni e cittadini

Giustizia per Emanuele Scieri

Il paracadutista siracusano è stato trovato morto nella caserma di Pisa nel 1999. Ora si cerca di ricostruire quanto successo

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Abbonati a MeridioNews
il primo mese è gratuito

Raccontiamo il tuo quotidiano

×

Dall'8 luglio per leggere le notizie di MeridioNews chiediamo il tuo supporto. In cambio avrai accesso a tutti i contenuti, inclusi quelli speciali, senza pubblicità invasiva.

Disabilita AdBlock

Disabilita le estensioni "AdBlock" e ricarica la pagina per leggere MeridioNews