Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

Messina, esteso divieto di usare l'acqua dei rubinetti
Amam: «Possibile frana sotterranea causa torbidità»

San Michele, Ritiro, Reginella, San Jachiddu, viale Giostra alto, Castanea e le Masse. Sono queste le zone in cui l'Azienda meridionale acque ha dichiarato non potabile l'acqua. Verranno effettuate delle analisi

Simona Arena

Divieto a Messina di utilizzare l’acqua per fini umani nelle zone di San Michele, Ritiro, Reginella, San Jachiddu, viale Giostra alto, Castanea e le Masse. A comunicarlo sono stati i tecnici dell’Amam, l’Azienda meridionale acque di Messina, che è intervenuta dopo le numerose segnalazioni di residenti che chiedevano di sapere per quale motivo fuorusciva dai rubinetti di casa acqua torbida

A causare la contaminazione dell’acqua, fanno sapere dall’azienda di viale Giostra, sarebbe stato «un trascinamento di terra dovuto probabilmente a una frana sotterranea sul percorso della falda, che avrebbe causato un cedimento strutturale del pozzo Ritiro».

Sono stati prelevati dei campioni e sono in corso le analisi chimico-fisiche e batteriologiche. I tecnici nel pomeriggio hanno verificato che l'acqua è tornata pulita, ma fin quando non si avranno gli esiti delle analisi, «non va utilizzata per fini umani fino a nuove comunicazioni».

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Infrastrutture, Sicilia spezzata

Frane, autostrade a una carreggiata, statali interrotte. Viaggio in uno dei principali fattori del mancato sviluppo della Sicilia

Nebrodi, tra mafia e rilancio

È il polmone verde più grande della Sicilia. Ma anche il luogo dove una criminalità violenta ha regnato incontrastata per anni

Muos, l'eco mostro di Niscemi

Contro l'impianto della base Usa di Niscemi, da anni si battono comitati, associazioni e cittadini

Giustizia per Emanuele Scieri

Il paracadutista siracusano è stato trovato morto nella caserma di Pisa nel 1999. Ora si cerca di ricostruire quanto successo

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Abbonati a MeridioNews
il primo mese è gratuito

Raccontiamo il tuo quotidiano

×

Dall'8 luglio per leggere le notizie di MeridioNews chiediamo il tuo supporto. In cambio avrai accesso a tutti i contenuti, inclusi quelli speciali, senza pubblicità invasiva.

Disabilita AdBlock

Disabilita le estensioni "AdBlock" e ricarica la pagina per leggere MeridioNews