Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

Gela, tre arresti per l'omicidio di Domenico Sequino
In carcere persone vicine al clan degli Emmanuello

L'uomo, un tassista abusivo, era stato ucciso il 17 ottobre del 2015 sul sagrato della chiesa madre della città. E sarebbe stato vicino al clan Rinzivillo. I carabinieri adesso chiudono il cerchio

Redazione

Foto di: Marta Silvestre

Foto di: Marta Silvestre

I Carabinieri di Gela stanno eseguendo un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal Gip presso il Tribunale di Caltanissetta, su richiesta della Direzione Distrettuale Antimafia di Caltanissetta, nei confronti di tre persone, ritenute responsabili, in concorso, di omicidio aggravato commesso con modalità mafiose. Gli arresti sono avvenuti a Gela, Palermo e Prato. 

Gli arrestati sono Nicola Liardo, gelese, 45 anni, il figlio Giuseppe, gelese di 22 anni, (entrambi già in carcere) e Salvatore Raniolo, 29 anni, gelese, genero di Nicola e cognato di Giuseppe, (che era ai domiciliari).

In particolare i tre arrestati, ritenuti contigui al clan mafioso degli Emmanuello, sono gravemente indiziati dell’omicidio di Domenico Sequino, barbaramente ucciso a colpi di pistola alle 19.45 del 17 dicembre 2015, sul sagrato della chiesa madre di Gela. 

Secondo le indagini, l’omicidio sarebbe maturato nell’ambito di contrasti di natura economica e per l’intromissione della vittima, legata alla famiglia mafiosa dei Rinzivillo, negli affari illeciti del gruppo avversario.

Mimmo Sequino era molto conosciuto in città: tassista abusivo con l'auto a noleggio poco distante, stazionava in piazza per molte ore al giorno. Ed era da tempo uno dei protagonisti della tradizionale festa di settembre del Palliantinu.

Flashnews

Tutte le Flash

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Muos, l'eco mostro di Niscemi

Contro l'impianto della base Usa di Niscemi, da anni si battono comitati, associazioni e cittadini

Il sistema Montante

L'arresto di Antonello Montante ha scoperchiato un sistema di potere che tocca politica, forze dell'ordine, mafia e imprenditoria

Giustizia per Emanuele Scieri

Il paracadutista siracusano è stato trovato morto nella caserma di Pisa nel 1999. Ora si cerca di ricostruire quanto successo

Nebrodi, tra mafia e rilancio

È il polmone verde più grande della Sicilia. Ma anche il luogo dove una criminalità violenta ha regnato incontrastata per anni

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Abbonati a MeridioNews
il primo mese è gratuito

Raccontiamo il tuo quotidiano

×

Dall'8 luglio per leggere su smartphone e tablet le notizie di MeridioNews chiediamo il tuo supporto. In cambio avrai accesso a tutti i contenuti, inclusi quelli speciali, senza pubblicità invasiva.

Disabilita AdBlock

Disabilita le estensioni "AdBlock" e ricarica la pagina per leggere MeridioNews