Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

M5s, nuovo attacco di Giarrusso a Luigi Di Maio
Firma lettera aperta. «Aboliamo il capo politico»

Nuova presa di posizione contro i vertici del partito da parte del senatore catanese, che rilancia un testo partito dalla base calabrese del partito fondato da Grillo e Casaleggio. «Il sistema si è infiltrato e sta provando a divorarci da dentro», si legge

Redazione

«Caro Beppe, chi lo avrebbe detto che oggi, dopo dieci anni, saremmo stati qui a scriverti per ricordarti da dove, da chi e perché il Movimento 5 stelle è nato». La lettera aperta, partita dalla base calabrese dei pentastellati, ha ricevuto nelle scorse ore la firma del senatore Mario Giarrusso, non nuovo, perlomeno negli ultimi mesi, a prese di posizioni ostili ai vertici del partito. 

Nell'appello rivolto a Grillo, fondatore del M5s insieme a Gianroberto Casaleggio, gli attivisti chiedono di tornare alle origini. «Eravamo quelli del “o noi o loro”, del no alleanze, no alle sedi, no ai leader, no al “capo politico”… eravamo diversi dagli altri. Oggi, siamo tutto e il contrario di tutto», si legge nel documento che sta circolando da alcuni giorni sui social network, e che dalla bacheca di Giarrusso è stato già rilanciato oltre quattrocento volte.

Il nodo principale è sempre lo stesso: l'attuale organizzazione del partito, che ha nel ministro degli Esteri Luigi Di Maio il leader. O meglio, per usare il lessico scelto dai pentastellati, il capo. «Oggi, ci ritroviamo in un Movimento non più nostro, nel quale non contiamo più e, soprattutto - scrivono gli attivisti - non ci riconosciamo più. Ci siamo interconnessi per un sogno condiviso risvegliandoci da soli, sudatissimi in un incubo». A irrigidire ancor più le posizioni, dopo la gestione della formazione del nuovo governo con il Partito democratico, è stata la sonora sconfitta alle Regionali in Umbria, dove il M5s, presentatosi in coalizione con i dem, è rimasto lontano dalla doppia cifra. 

«Non facciamoci trascinare dagli eventi, eravamo noi che dovevamo cambiare il sistema, ma il sistema si è infiltrato e sta provando a divorarci da dentro», è l'avvertimento che gli attivisti lanciano a Grillo. Tesi che evidentemente viene condivisa anche da Giarrusso, che già a settembre in un'intervista a MeridioNews aveva accusato Di Maio di avere fatto diventare il M5s forza di minoranza nel nuovo governo, nonostante i risultati, ormai lontanissimi, delle Poltiche 2018. «Ritorniamo alla lucidità di un tempo, ai valori e ai principi di cui tanto potevamo andare fieri e che ora sembrano messi in discussione. Aboliamo la figura del capo politico e ritorniamo alla condivisione, senza la quale non esiste partecipazione», si legge a conclusione della lettera. 

Parole nette, che non necessitano di ulteriori chiarimenti. «Io la firmo e vi invito a firmarla e divulgarla. Non abbiamo più tempo, salviamo il Movimento 5 stelle», chiosa Giarrusso.

Flashnews

Tutte le Flash

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Muos, l'eco mostro di Niscemi

Contro l'impianto della base Usa di Niscemi, da anni si battono comitati, associazioni e cittadini

Il sistema Montante

L'arresto di Antonello Montante ha scoperchiato un sistema di potere che tocca politica, forze dell'ordine, mafia e imprenditoria

Giustizia per Emanuele Scieri

Il paracadutista siracusano è stato trovato morto nella caserma di Pisa nel 1999. Ora si cerca di ricostruire quanto successo

Nebrodi, tra mafia e rilancio

È il polmone verde più grande della Sicilia. Ma anche il luogo dove una criminalità violenta ha regnato incontrastata per anni

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Abbonati a MeridioNews
il primo mese è gratuito

Raccontiamo il tuo quotidiano

×

Dall'8 luglio per leggere su smartphone e tablet le notizie di MeridioNews chiediamo il tuo supporto. In cambio avrai accesso a tutti i contenuti, inclusi quelli speciali, senza pubblicità invasiva.

Disabilita AdBlock

Disabilita le estensioni "AdBlock" e ricarica la pagina per leggere MeridioNews