Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

A Messina bibliotecarie comprano libri per i neonati
«Lettura come sana abitudine, li daremo ai pediatri»

L'associazione Intervolumina ha vinto un finanziamento da 100mila euro. Soldi che verranno spesi per avvicinare i bimbi in età pre-scolare a un'attività che rafforza il rapporto genitore-figlio. Previsti anche corsi per famiglie e operatori sociali

Simona Arena

Per la poetessa Wislawa Szymborska «leggere i libri è il gioco più bello che l’umanità abbia inventato». E in questa frase c’è racchiuso il lavoro che da anni porta avanti l’associazione Intervolumina che raccoglie al suo interno un trentina di soci tra insegnanti in pensioni, docenti universitari e bibliotecari che in comune hanno la passione per la lettura e il grande desiderio di avvicinare i più piccoli ai libri. 

Di questa associazione fanno parte anche Carmen Puglisi, Elena Scrima, Giovanna Quartarone e Mariangela Orlando. Sono quattro bibliotecarie che a Messina hanno fatto avvicinare alla lettura centinaia di bambini e che con Intervolumina hanno partecipato e vinto un bando nazionale che permetterà di acquistare tanti libri, creare punti lettura nelle scuole e tanto altro ancora. Si sono classificati al primo posto per la macro area del Sud e delle Isole del bando Leggimi 0-6 promosso dal centro per il libro e la lettura (Cepell), che come obiettivo ha quello di incentivare la lettura in età prescolare. 

«Cerchiamo di far diventare la lettura una buona abitudine familiare per favorire lo sviluppo cognitivo, relazionale e affettivo del bambino», spiegano le bibliotecarie. «Grazie alla loro passione - sottolinea Giuseppe Lipari, presidente di Intervolumina - è nato il progetto Leggere prima di leggere: nascere e crescere con i libri». Le quattro donne hanno semplicemente inserito nel progetto quanto già fanno da anni. «Sono state tre le caratteristiche fondamentali che hanno premiato il nostro progetto - spiegano -. L’avere sottolineato quanto il condividere la lettura rafforzi il legame genitore figlio, la cura nel rendere la lettura prima di tutto piacevole e adeguata alle necessità dei piccoli lettori e la capacità di far rete, attraverso una partnership con soggetti pubblici e privati operanti sia nel settore culturale, che in quello socio sanitario». 

Grazie al finanziamento da 100mila euro, l’associazione potrà acquistare i nuovi libri per un totale di 25 mila euro. «Doneremo attraverso i pediatri libri per i nuovi nati e per bimbi fino ai cinque anni di età - proseguono le bibliotecarie nell’illustrazione del progetto -. I soldi li stiamo spendendo interamente sul territorio». Ne sono un esempio tangibile i punti lettura dotati di libri e arredi adatti all’infanzia, curati da Marika Rando in sei istituti comprensivi: all’Albino Luciani, alla Catalfamo, alla La Pira-Gentiluomo, alla Giovanni XXIII, all’Elio Vittorini, alla Crispi-Pascoli. Ma anche nei tre asili comunali San Licandro, Angolo del cucciolo e Suor Maria Francesca Giannetto. «Prevediamo anche la creazione di bookstop con materiale informativo e libri presso i reparti di pediatria del Policlinico e del Papardo di Messina e l’incremento della sezione bambini e ragazzi Fata Morgana della biblioteca comunale e della sezione Bibliolandia della biblioteca dei Cappuccini di Messina». 

In programma anche incontri informativi rivolti alle famiglie e corsi riservati a operatori dei servizi socio-sanitari, educativi e culturali, attività laboratoriali per coinvolgere i bambini nella sperimentazione di nuove modalità di approccio al libro. «Finalmente diamo al nostro volontariato una forma progettuale. Contrastiamo la povertà educativa, non è facile ma ne siamo orgogliosi», concludono. A collaborare con l’associazione Intervolumina sono, l’Asp di Messina, il reparto di Pediatria del Policlinico di Messina, il reparto di Pediatria del Papardo di Messina e l’associazione culturale Pediatri dello Stretto. Per saperne di più è stato creato anche un portale raggiungibile all'indirizzo www.leggereprimadileggere.it, una pagina Facebook e un canale Youtube dove vengono lette delle storie.

Flashnews

Tutte le Flash

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Muos, l'eco mostro di Niscemi

Contro l'impianto della base Usa di Niscemi, da anni si battono comitati, associazioni e cittadini

Il sistema Montante

L'arresto di Antonello Montante ha scoperchiato un sistema di potere che tocca politica, forze dell'ordine, mafia e imprenditoria

Giustizia per Emanuele Scieri

Il paracadutista siracusano è stato trovato morto nella caserma di Pisa nel 1999. Ora si cerca di ricostruire quanto successo

Nebrodi, tra mafia e rilancio

È il polmone verde più grande della Sicilia. Ma anche il luogo dove una criminalità violenta ha regnato incontrastata per anni

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Abbonati a MeridioNews
il primo mese è gratuito

Raccontiamo il tuo quotidiano

×

Dall'8 luglio per leggere su smartphone e tablet le notizie di MeridioNews chiediamo il tuo supporto. In cambio avrai accesso a tutti i contenuti, inclusi quelli speciali, senza pubblicità invasiva.

Disabilita AdBlock

Disabilita le estensioni "AdBlock" e ricarica la pagina per leggere MeridioNews