Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

Comiso, violenze su figlia di 2 anni e sulla compagna

Redazione

I poliziotti del Commissariato di Pubblica Sicurezza di Comiso hanno eseguito un’ordinanza applicativa di misura cautelare della custodia in carcere, emessa dal Tribunale di Ragusa – Ufficio del G.I.P. su richiesta dalla Procura della Repubblica di Ragusa, nei confronti di un ventottenne comisano, già noto alle forze dell’ordine, gravemente indiziato dei reati di maltrattamenti e lesioni personali aggravate ai danni della convivente, ventenne, e della figlia di due anni. 

In particolare, la notte del 20 settembre scorso una Volante della Polizia di Stato interveniva presso il P.T.E. di Comiso per una giovane donna, lì giunta per ricevere cure sanitarie, che riferiva di esser stata aggredita dal compagno. La donna precisava di esser stata colpita con calci e pugni dal convivente, per futili motivi, e che, dopo l’aggressione, era riuscita a scappare dall’abitazione per recarsi al presidio sanitario. 

A seguito delle cure ricevute la donna veniva dimessa con una prognosi di 10 giorni e accompagnata presso gli uffici del Commissariato di P.S. di Comiso, che attivava il protocollo di protezione per le vittime di violenza domestica. Dalla denuncia della vittima, nonché dalle indagini avviate dagli investigatori del Commissariato di P.S. di Comiso, coordinate dalla Procura della Repubblica di Ragusa, emergevano altri gravi episodi di violenza fisica e psicologica avvenuti negli ultimi cinque anni ai danni della donna, tanto da ridurre, nel tempo, la vittima in uno stato di prostrazione psicofisica e di timore crescente per la propria incolumità e per quella della bambina di due anni, anch’essa, in alcuni casi, oggetto di violenza da parte del padre. 

La Procura della Repubblica di Ragusa, concordando con le risultanze investigative offerte, richiedeva ed otteneva dal Gip del Tribunale ibleo l’emissione della misura cautelare della custodia in carcere, che veniva eseguita dal personale del Commissariato di Pubblica Sicurezza di Comiso. L’uomo, dopo le formalità di rito, veniva condotto presso la casa circondariale di Ragusa a disposizione dell’Autorità Giudiziaria procedente.

(Fonte: polizia di Stato)

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Muos, l'eco mostro di Niscemi

Contro l'impianto della base Usa di Niscemi, da anni si battono comitati, associazioni e cittadini

Il sistema Montante

L'arresto di Antonello Montante ha scoperchiato un sistema di potere che tocca politica, forze dell'ordine, mafia e imprenditoria

Giustizia per Emanuele Scieri

Il paracadutista siracusano è stato trovato morto nella caserma di Pisa nel 1999. Ora si cerca di ricostruire quanto successo

Nebrodi, tra mafia e rilancio

È il polmone verde più grande della Sicilia. Ma anche il luogo dove una criminalità violenta ha regnato incontrastata per anni

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Abbonati a MeridioNews
il primo mese è gratuito

Raccontiamo il tuo quotidiano

×

Dall'8 luglio per leggere su smartphone e tablet le notizie di MeridioNews chiediamo il tuo supporto. In cambio avrai accesso a tutti i contenuti, inclusi quelli speciali, senza pubblicità invasiva.

Disabilita AdBlock

Disabilita le estensioni "AdBlock" e ricarica la pagina per leggere MeridioNews