Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

Licata, rubavano energia elettrica da sette anni
Blitz in un intero quartiere, 24 arrestati per furto

Una cinquantina di carabinieri hanno cinturato sin all’alba le case popolari di via Torregrossa. Si calcola che le bollette non pagate si aggirano intorno a un milione di euro. Guarda il video

Redazione

I Carabinieri di Agrigento hanno eseguito un blitz a Licata. Una cinquantina di militari hanno cinturato sin dalle prime luci dell’alba un intero quartiere della città, in particolare le case popolari di via Torregrossa, per effettuare controlli sulle reti idriche ed elettriche al servizio di alcune palazzine, i cui condomini erano sospettati di approvvigionarsi illegalmente di acqua ed energia elettrica. 

Ventiquattro capi famiglia di altrettante abitazioni del posto sono stati subito arrestati per furto di acqua, tra questi, alcuni sono finiti in manette anche con l’accusa di furto di energia elettrica. L’attività dei carabinieri ha permesso di scoprire l’esistenza di una vera e propria condotta abusiva che deviava parte dell’acqua pubblica all’interno di una vasca comune, dalla quale poi si dipartivano le altre tubature che, grazie ad un sofisticato sistema di pompe idrauliche, servivano gli appartamenti in questione. Insomma, acqua e luce gratis. 

Le verifiche effettuate dai Carabinieri hanno evidenziato che il sistematico furto di acqua ed energia elettrica avveniva da anni. In alcuni casi, addirittura da sette anni. Sono ancora in corso le operazioni di quantificazione del danno unitamente ai tecnici delle rispettive società di gestione, ma il sospetto è che nel tempo non siano state pagate bollette per oltre un milione di euro. Intanto la condotta abusiva dell’acqua è stata distrutta e le pompe idrauliche sono state sequestrate. Anche la rete elettrica è stata rimessa in sicurezza e i collegamenti abusivi, interrotti.

I controlli, che hanno già portato nell’anno in corso a circa settanta denunce e arresti in tutta la provincia di Agrigento per furto d’acqua e di energia elettrica, andranno avanti anche nelle prossime settimane.

Flashnews

Tutte le Flash

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Giustizia per Emanuele Scieri

Il paracadutista siracusano è stato trovato morto nella caserma di Pisa nel 1999. Ora si cerca di ricostruire quanto successo

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Muos, l'eco mostro di Niscemi

Contro l'impianto della base Usa di Niscemi, da anni si battono comitati, associazioni e cittadini

Il sistema Montante

L'arresto di Antonello Montante ha scoperchiato un sistema di potere che tocca politica, forze dell'ordine, mafia e imprenditoria

Nebrodi, tra mafia e rilancio

È il polmone verde più grande della Sicilia. Ma anche il luogo dove una criminalità violenta ha regnato incontrastata per anni

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Abbonati a MeridioNews
il primo mese è gratuito

Raccontiamo il tuo quotidiano

×

Dall'8 luglio per leggere su smartphone e tablet le notizie di MeridioNews chiediamo il tuo supporto. In cambio avrai accesso a tutti i contenuti, inclusi quelli speciali, senza pubblicità invasiva.

Disabilita AdBlock

Disabilita le estensioni "AdBlock" e ricarica la pagina per leggere MeridioNews