Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

Trapani, un detenuto aggredisce due poliziotti penitenziari
Uilpa: «Impossibile controllare 200 persone con sei agenti»

Un 42enne si è scagliato contro le guardie prima con un piede di una sedia e poi con un pugno. Entrambi sono stati curati al pronto soccorso dell'ospedale Sant'Antonio Abate. Il sindacato denuncia la carenza di personale

Pamela Giacomarro

Due agenti della polizia penitenziaria aggrediti all'interno delle carceri Pietro Cerulli di Trapani. L'episodio di violenza - l'ennesimo - si è consumato in tarda mattinata all'interno del padiglione Mediterraneo. 

Un detenuto, N.P., di 42 anni, trapanese, dopo aver litigato con il suo compagno di cella, era stato spostato all'interno di un'aula scolastica che si trova al piano terra della struttura. All'improvviso l'uomo avrebbe staccato il piede di una sedia scagliandosi contro uno degli agenti che lo stavano piantonando e colpendolo alla testa. Ferito anche un altro poliziotto, intervenuto in difesa del collega, colpito con un pugno al volto. Entrambi sono stati costretti a ricorrere alle cure del pronto soccorso del Sant'Antonio Abate. Il 42enne nelle scorse settimane aveva anche provato a dare fuoco al materasso all'interno della sua cella. 

Lo scorso 18 settembre, un'altra aggressione era avvenuta all'interno del carcere di Favignana. Sulla vicenda è immediatamente intervenuta la Uilpa penitenziari che continua a denunciare la carenza di personale. «L'aggressione - scrive in una nota il segretario regionale del sindacato Chicco Veneziano - è avvenuta presso un reparto ove sono rinchiusi oltre duecento detenuti comuni, controllati da appena sei agenti. Coinvolgeremo tutte le sigle sindacali - conclude - per iniziare un percorso di lotta unitario per un reale cambiamento di rotta che tenga conto delle mutate esigenze della polizia penitenziaria in termini di sicurezza».

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Giustizia per Emanuele Scieri

Il paracadutista siracusano è stato trovato morto nella caserma di Pisa nel 1999. Ora si cerca di ricostruire quanto successo

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Muos, l'eco mostro di Niscemi

Contro l'impianto della base Usa di Niscemi, da anni si battono comitati, associazioni e cittadini

Il sistema Montante

L'arresto di Antonello Montante ha scoperchiato un sistema di potere che tocca politica, forze dell'ordine, mafia e imprenditoria

Nebrodi, tra mafia e rilancio

È il polmone verde più grande della Sicilia. Ma anche il luogo dove una criminalità violenta ha regnato incontrastata per anni

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Abbonati a MeridioNews
il primo mese è gratuito

Raccontiamo il tuo quotidiano

×

Dall'8 luglio per leggere su smartphone e tablet le notizie di MeridioNews chiediamo il tuo supporto. In cambio avrai accesso a tutti i contenuti, inclusi quelli speciali, senza pubblicità invasiva.

Disabilita AdBlock

Disabilita le estensioni "AdBlock" e ricarica la pagina per leggere MeridioNews