Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

Scontri Marsala-Acireale, arrestati due tifosi lillibetani
Il lancio di pietre per vendicare furto dello striscione

Due persone sono state arrestate e altre due, minorenni, denunciate. Questo, per il momento, il bilancio dell'indagine seguita ai tafferugli che hanno fatto da contorno alla partita di serie D giocata domenica scorsa nel centro del Trapanese

Pamela Giacomarro

Due arresti e due denunce. È il bilancio dei tafferugli scoppiati domenica scorsa fuori dallo stadio Nino Lombardo Angotta di Marsala, prima della partita di serie D contro l’Acireale. Si tratta di Alessio Ampola, di 18 anni, e Davide Zizzo, di 24, entrambi appartenenti al gruppo Vecchie Maniere. Al centro dei dissapori tra le due tifoserie, il furto di uno dei vessilli da parte dei supporters acesi ai tifosi lilybetani lo scorso mese di dicembre. Solo la presenza di un cordone delle forze dell’ordine ha scongiurato che la situazione potesse degenerare. 

Circa mezz’ora prima dell’inizio della gara, alcuni appartenenti al gruppo ultras, dopo aver atteso l’arrivo dei tifosi avversari, avrebbero cominciato a lanciare sassi e altri oggetti in direzione dell’ingresso del settore ospiti, nonostante la presenza delle forze dell’ordine per evitare che le due tifoserie potessero entrare in contatto. Un agente, colpito da un sasso, è rimasto lievemente ferito. Importanti le immagini estrapolate dalle telecamere di videosorveglianza della zona per l’identificazione dei due arrestati. Dalla visione dei filmati, è stato possibile identificare altri due soggetti, entrambi minorenni, che dall’interno del vicino mercato ortofrutticolo, attraverso le sbarre, passavano oggetti da lanciare. 

I particolari degli arresti sono stati resi noti nel corso di una conferenza stampa che si è svolta questo pomeriggio nei locali della questura di Trapani. «È importante dare un segnale forte - ha sottolineato nel corso della conferenza la dirigente del commissariato di Marsala Matilde Corso – per reprimere qualsiasi tipo di violenza durante le manifestazioni sportive». Le indagini, condotte di concerto con la Digos proseguono, al fine di identificare anche gli altri tifosi che hanno preso parte alla sassaiola. Nei confronti di tutti gli indagati verrà emesso il Daspo. Ampola e Zizzo, al termine dell’udienza di convalida del fermo, che si è svolta questa mattina sono stati sottoposti all’obbligo di firma al commissariato di Marsala cinque volte a settimana, compresi sabato e domenica, tra le ore 15 e le ore 16.

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Giustizia per Emanuele Scieri

Il paracadutista siracusano è stato trovato morto nella caserma di Pisa nel 1999. Ora si cerca di ricostruire quanto successo

Il sistema Montante

L'arresto di Antonello Montante ha scoperchiato un sistema di potere che tocca politica, forze dell'ordine, mafia e imprenditoria

Infrastrutture, Sicilia spezzata

Frane, autostrade a una carreggiata, statali interrotte. Viaggio in uno dei principali fattori del mancato sviluppo della Sicilia

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×