Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

Mazara, manda il figlio di cinque anni a rubare
Fermato dentro l'auto un 45enne con precedenti

I carabinieri lo hanno bloccato, dopo averlo seguito nei dintorni di piazzale Quinci. Vittime dell'uomo le persone intente a pescare, che non si curavano del bambino. Lungaro adesso dovrà rispondere di furto aggravato

Redazione

Mandava il figlio di cinque anni a rubare il borsello ai pescatori. Questa l'accusa per un 45enne con precedenti di polizia, arrestato dai carabinieri di Mazara del Vallo.

L'uomo è stato notato dai carabinieri, mentre si trovava a bordo dell'auto in compagnia del figlio di pochi anni. Gli spostamenti a bassa velocità dalle parti del piazzale Quinci hanno insospettito i militari che lo hanno seguito fino al momento in cui l'uomo ha fatto scendere dall'auto il bambino indicandogli un pescatore. Il piccolo si è avvicinato e ha rubato un borsello, tornando velocemente nella vettura.

Accortosi della presenza dei carabinieri, l'uomo ha provato a fuggire ma è stato bloccato poco dopo. I carabinieri, su disposizione della procura di Marsala, è stato posto ai domiciliari in attesa di essere giudicato, mentre il borsello è stato restituito al proprietario.

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Muos, l'eco mostro di Niscemi

Contro l'impianto della base Usa di Niscemi, da anni si battono comitati, associazioni e cittadini

Il sistema Montante

L'arresto di Antonello Montante ha scoperchiato un sistema di potere che tocca politica, forze dell'ordine, mafia e imprenditoria

Giustizia per Emanuele Scieri

Il paracadutista siracusano è stato trovato morto nella caserma di Pisa nel 1999. Ora si cerca di ricostruire quanto successo

Nebrodi, tra mafia e rilancio

È il polmone verde più grande della Sicilia. Ma anche il luogo dove una criminalità violenta ha regnato incontrastata per anni

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Abbonati a MeridioNews
il primo mese è gratuito

Raccontiamo il tuo quotidiano

×

Dall'8 luglio per leggere su smartphone e tablet le notizie di MeridioNews chiediamo il tuo supporto. In cambio avrai accesso a tutti i contenuti, inclusi quelli speciali, senza pubblicità invasiva.

Disabilita AdBlock

Disabilita le estensioni "AdBlock" e ricarica la pagina per leggere MeridioNews