Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

È considerato «socialmente pericoloso»
Obbligo di dimora per l'ex senatore D'Alì

L'ha stabilito la sezione Misure di Prevenzione del tribunale di Trapani, presieduta da Daniela Troja: D'Alì dovrà restare a Trapani per i prossimi tre anni. «Disappunto» da parte dell'avvocato dell'ex senatore, che avrebbe appreso la notizia dai giornali

Redazione

Foto di: ARCHIVIO

Foto di: ARCHIVIO

L'ex senatore Antonio D'Alì è considerato «socialmente pericoloso» e per tre anni avrà l'obbligo di dimora a Trapani. L'ha stabilito la sezione Misure di Prevenzione del tribunale di Trapani, presieduta da Daniela Troja. Lo scrive Repubblica-Palermo sul proprio sito. Il pm della dda di Palermo, Pier Angelo Padova, aveva chiesto l'obbligo di dimora per 5 anni

La richiesta di riconoscimento della «pericolosità sociale» risale al maggio 2017, quando l'ex senatore di FI, dal 2011 imputato di concorso esterno in associazione mafiosa, era candidato a sindaco di Trapani. Assolto (e prescritto per i fatti precedenti al 1994) in primo grado e in appello, la Cassazione annullò con rinvio perché era stato «illogicamente e immotivatamente svalutato il sostegno elettorale di Cosa nostra a D'Alì». 

«Con grave disappunto constato che una decisione giudiziaria di tale delicatezza viene offerta in pasto ai giornalisti prima ancora di essere conosciuta dal diretto interessato», dice l'avvocato difensore di D'Alì, Arianna Rallo.

Flashnews

Tutte le Flash

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Giustizia per Emanuele Scieri

Il paracadutista siracusano è stato trovato morto nella caserma di Pisa nel 1999. Ora si cerca di ricostruire quanto successo

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Muos, l'eco mostro di Niscemi

Contro l'impianto della base Usa di Niscemi, da anni si battono comitati, associazioni e cittadini

Il sistema Montante

L'arresto di Antonello Montante ha scoperchiato un sistema di potere che tocca politica, forze dell'ordine, mafia e imprenditoria

Nebrodi, tra mafia e rilancio

È il polmone verde più grande della Sicilia. Ma anche il luogo dove una criminalità violenta ha regnato incontrastata per anni

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Abbonati a MeridioNews
il primo mese è gratuito

Raccontiamo il tuo quotidiano

×

Dall'8 luglio per leggere su smartphone e tablet le notizie di MeridioNews chiediamo il tuo supporto. In cambio avrai accesso a tutti i contenuti, inclusi quelli speciali, senza pubblicità invasiva.

Disabilita AdBlock

Disabilita le estensioni "AdBlock" e ricarica la pagina per leggere MeridioNews